25 aprile 2013 redazione@sora24.it
LETTO 178 VOLTE

25 aprile, Festa della Liberazione: le riflessioni di “Sora in Movimento”

Festa della Liberazione, un momento per riflettere insieme sulla libertà, sull’indipendenza, sull’unità. Ma non solo. Oggi, 25 aprile, è l’occasione per la quale si deve riflettere sul coraggio e il rispetto.

Ogni cittadino ha il dovere di conoscere la storia, specie i giovani, quella nostra storia che ci consegna esempi da seguire, perché mai e poi mai il sacrificio vada dimenticato, affinché mai e poi mai gli errori abbiano a ripetersi. La storia costruisce la nostra identità comune, contribuisce a formare il nostro distinguere tra il bene dal male, il giusto dall’errore. Avere sempre a mente che la vita è fatta di difficoltà dove però, ognuno di noi ha facoltà di scelta. Oggi, festa della liberazione, è il momento per riflettere sulle scelte che tutti noi, come collettività e come singoli individui ma sempre componenti di una comunità, siamo chiamati a fare. Ieri come oggi, dobbiamo essere pronti a batterci, tendendo la mano a chi si trova più in difficoltà di noi. Perché soltanto insieme, uniti, si superano le difficoltà.

Oggi la difficoltà più grande che spezza vite innocenti è la crisi economica e sociale. E’ questa la nostra guerra . E’ l’arroganza di questo mondo insensibile che ci vede tutti consumatori privi della capacità di scelta. Tutti noi ci troviamo a doverla subire, ingiustamente.

La riflessione che vogliamo fare in questo giorno che ricorda una tappa fondamentale della nostra storia è che dobbiamo essere uniti, dobbiamo uscire dal nostro guscio, guardare alla nostra comunità ed essere capaci di aprirci all’altro, perché siamo tutti figli della stessa storia. E’ questo il coraggio che giorno dopo giorno dobbiamo mettere in campo, perché soltanto con esso potremo liberare e liberarci dalle ingiustizie.

Commenti

wpDiscuz
Menu