venerdì 2 ottobre 2015 redazione@sora24.it

40° Premio Letterario “Val di Comino” nel segno della donna senza tempo, Giuliana De Sio

Resi noti, con un comunicato del comitato organizzatore, i vincitori ed il programma del Premio Letterario “Val di Comino”. Fondato nel 1976 dall’allora assessore provinciale Gerardo Vacana, il Premio, considerato tra i più importanti riconoscimenti letterari italiani, giunge quest’anno alla quarantesima edizione. Ad eccezione dello Strega è il più antico e longevo Premio Letterario del Lazio. Ancora oggi è Gerardo Vacana, con il figlio Luigi e gli organizzatori storici del Centro Studi Letterari “Val di Comino”, a portare avanti uno degli eventi di maggior spessore cultuale. Il programma prende il via, come da tradizione, con gli Incontri Internazionali di Poesia, di cui ricorre la XXIII edizione.

Questi gli scrittori che, da martedì 29 settembre, giungeranno da tutto il mondo in Val di Comino: Giuseppe Santoliquido (Belgio), Magdy Ashwak e Magdy Sarhan (Egitto), Annamaria Frabotta (Italia), Dalila Hiaoui (Marocco), Samir Al Kassir (Siria), Maria Ohannesian, José Luis García Herrera e Carlos Vitale (Spagna), Jacques Meylan e Raquel Soares (Svizzera). Il gran recital finale dei Poeti è in programma sabato 3 ottobre ad Alvito, a partire dalle 18, con la lettura delle liriche in lingua italiana affidata al fine dicitore Dionisio Paglia.

Prima di quella data, per tutta la settimana, in calendario incontri/dibattito, tavole rotonde, recital poetici e visite dei maggiori centri della Ciociaria. Ed ecco invece i Vincitori che riceveranno, domenica 4 ottobre ad Alvito, l’ambito riconoscimento: per la Poesia Biancamaria Frabotta, con il volume Da mani mortali (Mondadori, Milano); per la Saggistica Francesco Magris, con il saggio Al margine (Bompiani, Milano); per il Giornalismo Daniele Ciardi, Direttore Editoriale Ciociaria Oggi e Amerigo Iannacone, Fondatore e Direttore de Il Foglio Volante. La sezione Teatro è stata assegnata all’attrice Giuliana De Sio.

Originaria di Salerno, vincitrice di due David di Donatello, Giuliana De Sio ha lavorato coi più grandi, da Petri a Monicelli passando per Mastroianni. Indimenticabili alcune interpretazioni come quella di Anna in “Scusate il ritardo” al fianco di Massimo Troisi. La giuria del “Val di Comino”, Presieduta da Giorgio Bàrberi Squarotti e composta da Elio Gioanola, Giovanna Ioli e Gerardo Vacana ha poi assegnato la XIII edizione del Premio Europeo di Narrativa “G.Ferri – D.H. Lawrence” allo scrittore Emilio Jona per il romanzo Il celeste scolaro (Neri Pozza, Vicenza) che sarà premiato sabato 3 ottobre a Picinisco.

Sfogliando l’albo d’oro del Premio, che in quarant’anni non ha mai “saltato” un edizione tra gli altri, compaiono i nomi di Mario Luzi, Andrea Zanzotto, Edoardo Sanguineti, Tonino Guerra, Alessandro Parronchi, Maurizio Cucchi, Vivian Lamarque, Maria Luisa Spaziani, Giovanni Raboni, Luciano Erba, Jolanda Insana, Giovanni Roboni, Claudio Magris, Luigi Baldacci, Lorenzo Mondo, Evgenij Solonovich, Sergio Givone, Giuseppe Bonaviri, Alberto Bevilacqua, Giancarlo Giannini, Giorgio Albertazzi, Enzo Decaro, Enrico Lo Verso, Vincent Spano, Jacqueline Risset, Lina Sastri, Angela Luce etc. I nomi di quest’anno arricchiscono ulteriormente un Albo d’Oro tra i più riconosciuti d’Italia. Il Premio “Val di Comino”, come sempre, omaggerà vincitori e ospiti anche in musica. In cartellone i concerti d’onore di Maria Adele Matassa e Giacomo Cellucci per la giornata di sabato, “Musica da camera” con Tonino Maiorani e famiglia per la cerimonia di premiazione domenica.

prof. Gerardo Vacana
Presidente del Centro Studi Letterari “Val di Comino” e del Comitato Organizzatore

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App