26 settembre 2017 redazione@sora24.it
LETTO 4.872 VOLTE

«400 centri commerciali a rischio. Il Trentino li bandisce. E noi?». La riflessione di un esercente sorano

Il negoziante invita a ragionare su alcuni quesiti decisivi per il futuro economico locale.

«Stop ai centri commerciali». Lo spunto arriva da un esercente sorano, che, «senza voler sollevare inutili polemiche», intende sottoporre all’attenzione degli operatori economici, piccoli e grandi, nonché ai politici, una notizia che fa riflettere.

«Da anni – si legge nella nota – leggiamo della probabile realizzazione nei pressi di Sora di un nuovo mastodontico centro commerciale. Per carità, ben vengano eventuali ricadute, posti di lavoro e via dicendo. Recentemente, però, analisti statunitensi hanno affermato che ben 400 dei 1.100 centri commerciali americani chiuderanno nei prossimi anni.

Contestualmente, apprendiamo dal Corriere della Sera che la ricca Provincia di Trento “ha approvato nei giorni scorsi lo stop alle nuove superfici di vendita sopra i 10.000 metri quadrati”. In altre parole, nel Trentino non verranno più costruiti nuovi centri commerciali. La decisione della locale giunta provinciale è stata giustificata con la «necessità di salvaguardare il territorio».

Siamo alla fine di un’epoca? Forse sì, a giudicare dall’autorevolezza dei territori che si muovono in tale direzione. Tutto questo potrebbe tradursi in un ritorno di fiamma del commercio al dettaglio? Chissà. E che, data la posizione geografica strategica di Sora, al centro di tre valli, questo ritorno al passato potrebbe essere una buona notizia per esercenti o aspiranti tali, proprietari di negozi e quant’altro? Chissà. Saremo bravi anche noi a capire dove sta andando l’economia, oppure sceglieremo di andare controcorrente? Ai posteri l’ardua sentenza…».

Commenti

wpDiscuz
Menu