3 maggio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 700 VOLTE

“A parte le guerre puniche, mi viene attribuito veramente tutto” (di Ghino Di Tacco)

La notizia del ricovero al Policlinico Gemelli di Roma del Senatore Giulio Andreotti fa tornare alla mente la sua rocambolesca e fortunata carriera politica. Democristiano doc, a soli 22 anni era già sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con il primo governo De Gasperi.

Autentico enfant prodige della politica italiana, 45 anni di intensa attività (dal 1947 al 1992) Andreotti ha attraversato la storia della repubblica sia da attore che da regista come pochi altri suoi colleghi. Sempre protagonista, seppure in molti lo hanno dipinto come l’uomo più misterioso del Paese, in un’Italia che, uscita dal dopo guerra, ha vissuto due boom economici ma anche il terrorismo delle Brigate Rosse. (sequestro Moro, ecc.)

La sua carriera è strettamente legata con la vita politica della nostra città, in particolare con l’ex compianto Sindaco Nicola Tersigni con il quale lo stesso Andreotti aveva un rapporto a dir poco familiare. Negli anni d’oro del Senatore, infatti, Sora visse il suo periodo d’oro: bastava una telefonata per condurlo subito in città e convincerlo a farsi portavoce dei  problemi del territorio in parlamento.

Augurandogli una pronta guarigione, vi proponiamo uno spezzone tratto dal film “il tassinaro”, girato con Alberto Sordi nel 1983, nel quale vengono affrontati i temi dell’università e del mondo del lavoro. Vi accorgerete che da allora le cose non sono cambiate affatto…

Ghino Di Tacco

httpv://youtu.be/N7dFIR8qReY

Commenti

wpDiscuz
Menu