11 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 1.495 VOLTE

A rischio i 142mila Euro finanziati dalla FILAS S.p.A. per il progetto “SORA OPEN” del Comune di Sora

Ad un anno di distanza, ritorniamo sul Progetto “SORA OPEN”, finanziato interamente dalla FILAS S.p.A. grazie all’avviso pubblico conseguente al programma POR FESR Lazio 2007/2013, per un investimento complessivo pari ad € 142.175.

Il progetto (clicca qui per leggere il comunicato del Comune di Sora) prevede la realizzazione di un sito web ed un’APP per smartphone, che forniscano ai cittadini le seguenti informazioni:

  • elenco passi carrabili
  • numeri civici e toponomastica
  • illuminazione pubblica
  • cartellonistica
  • segnaletica verticale
  • attività culturali: carnevale, infiorata, ecc.
  • museo della Merdia Valle del Liri: catalogazione reperti presenti nel museo con foto, descrizione, ecc.
  • servizi bibliografici: catalogazione dei testi, raggruppati per tipologia anno, ecc.
  • relative applicazioni per dispositivi mobili e per le segnalazioni e informazioni.

La realizzazione del servizio è stata affidata alla società SIAC S.r.l. di Avezzano, che ha offerto un ribasso del 2,20% (clicca qui per leggere l’avviso pubblico). In particolare, come dichiarato dal Sindaco Ernesto Tersigni: “Per quanto attiene il sistema di aggiudicazione, le ditte partecipanti invitate dal Comune di Sora (SIAC S.r.l. di Avezzano, SM Soft di Antonello Alonzi di Sora, Arcmedia S.r.l. di Sora, Progress Group S.r.l. di Cassino e Antea S.r.l. di Frosinone ndr) sono state obbligate a formulare, oltre al ribasso d’asta sull’importo del servizio, pari ad euro 107.500,00, anche proposte migliorative del progetto stesso che, nello specifico, SIAC S.r.l. ha esplicitato con una fornitura, totalmente gratuita a proprie cure e spese, quindi, al di fuori dell’importo a base di gara del servizio, di un pacchetto per la numerazione civica cittadina, equivalente a 10.000 elementi con base di pietra e relativi numeri applicati” (clicca qui per leggere il comunicato del Comune di Sora).

Sono proprio i 10.000 numeri civici, offerti come miglioria tecnica al progetto dalla società aggiudicataria della realizzazione del software, che potrebbero mettere a rischio i 142.175,00 Euro finanziati dalla FILAS S.p.A.. Infatti, come specificato nell’avviso pubblico della Regione Lazio per progetti OPEN DATA da parte degli Enti Locali (clicca qui per leggerlo), la fornitura dei 10.000 numeri civici in pietra, con la quale la SIAC S.r.l. si è aggiudicata la gara, non rientra né nelle attività ammissibili né nella tipologia dei costi ammissibili.

Abbiamo contattato il Direttore Generale della FILAS S.p.A., l’Ing. Stefano Turi, che ci ha garatito che la richiesta di erogazione del finanziamento da parte del Comune di Sora sarà oggetto di attenta verifica.

Marco Tari Capone – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu