31 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 937 VOLTE

A Sora nei giorni 14, 15 e 16 agosto Il cardinale Salvatore De Giorgi alle celebrazioni in onore dell’Assunta e di S. Rocco

Sarà il cardinale Salvatore De Giorgi, arcivescovo emerito di Palermo, a presiedere a Sora le solenni celebrazioni in onore di Maria SS. ma Assunta e di San Rocco nei giorni 14,15 e 16 agosto . Come è noto, in questo momento la sede vescovile diocesana è vacante ed in attesa della nomina del nuovo Pastore, l’illustre porporato ha accettato l’invito di venire a Sora. “E’ un conforto ed un grande onore avere il cardinale De Giorgi tra noi, ha affermato il parroco
della Cattedrale di Sora, mons. Alfredo Di Stefano. La sua esperienza pastorale ed il suo amore per la Chiesa sono una testimonianza per tutti e troverà certamente anche nel nostro popolo grande accoglienza e affetto”.

Il Cardinale De Giorgi presiederà le seguenti celebrazioni:

14 agosto ore 20.00 – Vespri in Cattedrale;
ore 21.00 – Preghiera in Piazza Indipendenza, sotto lo statua dell’Assunta e omelia al termine della processione dell’Assunta;
15 agosto ore 10.30 – Celebrazione del solenne pontificale in Cattedrale;
16 agosto ore 07.30 – Celebrazione eucaristica in una piazza San Rocco.

Ecco una breve biografia del cardinale Salvatore De Giorgi.

“Salvatore De Giorgi ha ricevuto l’ordine sacro il 28 giugno 1953 e da sacerdote ha ricoperto a lungo l’incarico di parroco e di insegnante di religione. Nominato da papa Paolo VI vescovo titolare di Tulana e vescovo ausiliare di Oria, riceve la consacrazione episcopale nella cattedrale di Lecce il 27 dicembre 1973. Il 29 novembre 1975 viene nominato vescovo coadiutore di Oria; succede alla medesima sede il 17 marzo 1978. Nel 1981 è promosso arcivescovo di Foggia. Nel 1988 è trasferito a Taranto, dove mantiene il ministero episcopale fino al 1990, quando è nominato assistente generale di Azione Cattolica. Diventato arcivescovo di Palermo nel 1996, è creato cardinale da papa Giovanni Paolo II nel concistoro del 21 febbraio 1998. Nel 2005 partecipa al conclave che elegge papa Benedetto XVI. Dal 19 dicembre 2006 è arcivescovo emerito di Palermo, per raggiunti limiti di età; gli succede l’arcivescovo Paolo Romeo.
Il 31 gennaio 2007 la Conferenza Episcopale Italiana lo nomina presidente della Federazione Italiana Esercizi Spirituali. È stato membro della Congregazione per il Clero, del Pontificio Consiglio per i Laici, del Pontificio Consiglio per la Famiglia e della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.
Il 24 aprile 2012 è nominato collaboratore della commissione costituita da papa Benedetto XVI per indagare sulla fuoriuscita di notizie e documenti riservati dal Vaticano insieme ai cardinali Jozef Tomko e Julián Herranz Casado”.

Gianni Fabrizio

Commenti

wpDiscuz
Menu