21 aprile 2015 redazione@sora24.it
LETTO 2.407 VOLTE

Agevolazioni per neomamme e famiglie con minori a Sora: ecco chi può chiedere l’assegno

«Informiamo i cittadini che, nel nostro Comune, sono diverse le agevolazioni per le neomamme e per famiglie con minori.

Il Bonus Bebè 2015, entrato in vigore da qualche giorno con pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, è un contributo economico stanziato dal governo per i bambini nati o adottati dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2017, che ha una durata triennale fino al compimento del terzo anno del bambino. La somma fissata muta in base al reddito ISEE della famiglia. Non beneficeranno del sussidio i redditi superiori ai 25 mila euro, mentre, per le famiglie con reddito inferiore ai 7 mila euro, la rata mensile è di 160 euro e per le fasce intermedie di 80 euro. Per chiedere il bonus occorre compilare l’apposito modulo online sul sito dell’Inps, dopo la nascita del bambino o l’entrata in famiglia del figlio adottivo. L’assegno parte dal quel momento.

Nel Comune di Sora, ricordano il sindaco Ernesto Tersigni e l’assessore Amedeo Iaquone, le famiglie con minori che si trovino ingrave difficoltà possono richiedere un  contributo economico ai Servizi Sociali del Comune di Sora attraverso:

  • Assegno di maternità – E’ una prestazione che spetta alle madri disoccupate (anche adottanti o affidatarie) cittadine italiane ed extracomunitarie in possesso della carta di soggiorno, residenti in Italia, per i figli nati (adottati o affidati). Le cittadine extracomunitarie rifugiate politiche, fermi restando gli altri requisiti di legge, possono accedere al beneficio anche se non in possesso della carta di soggiorno. Per ottenere l’indennità l’interessata deve presentare domanda al Comune di residenza entro sei mesi dalla nascita, dall’adozione o dall’affidamento preadottivo, altrimenti ne perde il diritto. L’assegno viene erogato dall’INPS in base al reddito ISEE.
  • Assegno nucleo familiare – E’ una prestazione a sostegno delle famiglie con redditi inferiori a determinati limiti, stabiliti ogni anno dalla legge. Tale beneficio può essere richiesto da tutti i lavoratori dipendenti, dai disoccupati, dai lavoratori in mobilità, dai cassintegrati, dai soci di cooperative, dai pensionati, dai lavoratori parasubordinati (coloro che sono iscritti alla gestione separata). La domanda per l’assegno si presenta al Servizio Sociale del Comune di Sora, è necessario allegare: l’Isee, le coordinate bancarie, il permesso di soggiorno se necessario. L’assegno viene erogato dall’INPS.
  • Contributo “Ex Onmi” – E’ una prestazione a favore delle madri in difficoltà economica sia con figli minori al di sotto dei 5 anni che con figli minori non riconosciuti dall’altro genitore al di sotto dei 15 anni. La domanda per il contributo va presentata al Servizio Sociale del Comune di Sora. La prestazione viene erogata previa valutazione del Servizio Sociale del Comune di Sora, delle condizioni socio-economiche del richiedente.
  • Contributo ex ENAOLI: la richiesta va presentata al Servizio Sociale da famiglie che presentino minori orfani di lavoratori Italiani e minori riconosciuti  in condizioni economiche  La prestazione viene erogata previa valutazione del Servizio Sociale del Comune di Sora, delle condizioni socio-economiche  del richiedente.

Ricordiamo che per qualsiasi informazione sono a disposizione dei cittadini gli uffici comunali».

Ufficio Stampa Comune di Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu