martedì 2 agosto 2016 redazione@sora24.it

Agricoltura biologica e attenzione alla salute: il consigliere D’Orazio propone l’adesione del Comune di Sora all’associazione italiana “Città del Bio”

Promozione e sviluppo di politiche alimentari indirizzate alla tutela della salute, dell’ambiente e della biodiversità, all’educazione alimentare dei bambini, al consumo di prodotti sani. E’ con questi precisi obiettivi che il capogruppo consiliare di Sora 2050, Maria Paola D’Orazio, ha inoltrato richiesta scritta al sindaco del Comune di Sora, Roberto De Donatis e all’assessore alle Attività Produttive, Stefano Lucarelli, per l’adesione di Sora all’associazione italiana “Città del Bio”.

“La mia richiesta – spiega il consigliere D’Orazio – scaturisce da un attento studio di valutazione e in considerazione che l’Ente è teso a svolgere un’azione incisiva con altre realtà comunali per la valorizzazione e la promozione turistica e paesaggistica dei territori. L’adesione a quest’associazione nazionale potrebbe essere importante anche nell’ottica di una risposta ai bandi europei del settore agricolo, nelle misure previste dal Psr che comprendono la valorizzazione dei prodotti ottenuti con metodi di agricoltura biologica e che risultano sicuramente complementari e indispensabili alle altre strategie di promozione turistica e paesaggistica territoriale. Risulta indispensabile oggi promuovere una formazione culturale dei cittadini legata alla prevenzione delle malattie considerate sociali come il diabete, l’ipertensione e l’obesità, non tralasciando una analoga attenzione alla tutela della biodiversità del proprio territorio con uno scambio di conoscenze, esperienze e criticità tra le diverse amministrazioni locali in tutto il territorio nazionale. Tutto ciò si potrebbe realizzare anche in linea ad alcuni aspetti dei progetti del Gal che sono stati già pianificati e realizzati creando supporti e servizi per ulteriori iniziative di promozione e sviluppo ecosostenibile del territorio, per promuovere realtà legate al cibo alle attività rurali ed artigianali ecc. privilegiando, così la diffusione di realtà biologiche presenti già nella nostra città, come del resto hanno fatto altri comuni d’Italia”.

Il consigliere D’Orazio sottolinea l’importanza dell’adesione all’associazione nazionale “Città del Bio” anche per sensibilizzare la cittadinanza verso una maggiore attenzione alla tutela dell’ambiente e alla biodiversità del territorio. Ma, soprattutto, come supporto, da parte dell’amministrazione comunale, all’affermazione della squadra sorana di pallavolo “Biosì” che scaturisce da una realtà locale imprenditoriale leader nel settore dell’agricoltura biologica”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti