26 giugno 2013 redazione@sora24.it
LETTO 158 VOLTE

ARPINO – Prima visita tattile per persone cieche e ipovedenti a Castello Ladislao

Ieri, 24 giugno si è svolta la prima visita tattile per persone cieche e ipovedenti a Castello Ladislao, alla mostra dello scultore Maurizio Toffoletti. Ad accogliere il Presidente UIC di Frosinone Claudio Cola e il gruppo di visitatori il Presidente Antonio Abbate, Lisa Della Volpe Direttore artistico e il neo Assessore alla cultura del Comune di Arpino Rachele Martino.

Con i giovani volontari, i visitatori, insieme a Lisa Della Volpe, hanno potuto toccare le sculture sperimentando, con entusiasmo e curiosità, la sonorità, apprezzandone i volumi e le forme, la lavorazione delle superfici levigate e scavate fino a farne percepire la luce che scaturisce dalla materia “per via di togliere”. Inoltre i visitatori hanno potuto toccare la copia in gesso della scultura “Uomo” di Umberto Mastroianni, la prima opera accessibile della Fondazione.

La Fondazione Mastroianni, uno degli innumerevoli bellissimi scrigni di opere meravigliose presenti sul territorio, vuole connotarsi anche un luogo di incontro per tutti, di dialogo sulla percezione dell’opera d’arte, in cui le barriere cadono e in cui si innesca il processo di riflessione che percorre il confine, il sentiero lungo il quale si incontrano e si confrontano le diverse percezioni, quella dell’artista e quella dei singoli visitatori.

La visita tattile è stata un’esperienza straordinaria per tutti, che sicuramente sarà ripetuta anche a Frosinone dove la mostra si trasferirà a luglio, nei locali della Villa Comunale. Un importante segnale di cambiamento da parte della Fondazione, in sinergia con l’Assessorato alla cultura del Comune di Arpino e con la UIC di Frosinone.

Commenti

wpDiscuz
Menu