Pubblicità

Arresto Sindaco Campoli Appennino: ecco tutti gli indagati

Pubblicato ilsabato 22 ottobre 2016   
Pubblicità

«Truccavano le gare per assegnarle a chi dicevano loro: indagati tecnici comunali e politici. Compreso l’appalto per le lampade votive al cimitero e quello per la costruzione della nuova scuola. Sono queste le accuse che la procura della Repubblica de L’Aquila muove nei confronti di nove persone. L’operazione, condotta dal personale della squadra mobile, dal commissariato di Avezzano e della sezione di polizia giudiziaria, conclude un’elaborata indagine relativa a diversi reati contro la pubblica amministrazione che ha coinvolto alcuni amministratori, liberi professionisti e titolari d’imprese private». Lo riporta Gianluce Trento sul quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi.

Pubblicità

«Un’ordinanza di custodia cautelare – continua Trento nel suo articolo – riguarda Pietro Mazzone, 58 anni, sindaco di Campoli Appennino, responsabile del servizio tecnico. L’ingegnere è stato prelevato ieri mattina in Comune e posto agli arresti domiciliari in attesa dell’interrogatorio. Per gli stessi fatti sono indagati: Mauro Tordone, sindaco di Balsorano; Francesco Valentini, consigliere di maggioranza e assessore; Gino Capoccitti, già vicesindaco, attualmente consigliere comunale di maggioranza; Rocco Tullio Servio, già assessore; Silvana Caringi, titolare della ditta omonima; Alessandro Gismondi, rappresentante della ditta “Caringi Silvana ”; Alessandra Magnarini, geometra, (sospensione per la durata di mesi 12 dall’esercizio della professione); Aquilino Tatangelo, ingegnere, (sospensione per la durata di mesi 12 dall’esercizio della professione)». I reati contestati sono l’abuso d’ufficio, turbativa d’asta, corruzione e falsità ideologica.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
ANNUNCI GRATUITI
Menu
Ciociaria24 Verdana Srl 800-090501 info.ciociaria24.net