11 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 694 VOLTE

ATER – Enzo Di Stefano: “Pioggia di euro per il centro storico di Sora. Realizzeremo 18 alloggi, 7 negozi e 2 sale riunioni”

“Quella di oggi è una giornata molto importante per l’Ater e, soprattutto, per Sora. Abbiamo ufficialmente proceduto alla consegna dei lavori nell’ambito dei contratti di quartiere, a beneficio del centro storico cittadino”. Con queste parole, il presidente dell’Ater Enzo Di Stefano ha commentato l’avvio del nuovo progetto di riqualificazione. “Si tratta di una vasta di gamma di interventi di recupero, che verranno attuati con un obiettivo ben delineato: far rivivere il nostro centro storico, liberarlo dallo stato di abbandono e degrado che da lunghi anni lo caratterizza, renderlo nuovamente protagonista della vita sociale, economica e aggregativa della città.

Un percorso, questo, segnato in passato da alcune tappe fondamentali: il primo appalto per l’intervento nel lotto iniziale di Vicolo Annoni risale al 1999, anno in cui io stesso ricoprivo la carica di sindaco, mentre nel 2004, in qualità di consigliere regionale, mi impegnai affinchè la Regione Lazio arrivasse ad approvare il finanziamento di quasi 5,5 milioni di euro da girare al Comune, che oggi rientra nella competenza Ater per la fase di completamento dei lavori. Entrando nel particolare degli interventi – spiega Enzo Di Stefano – le nostre attività di recupero edilizio si concentreranno essenzialmente su quattro aree, nelle quali creeremo alloggi, negozi e sale riunioni.

Nello specifico, nell’area di San Silvestro realizzeremo 2 alloggi e una sala riunioni; in Via Friuli e Vicolo Mancinelli 8 unità abitative, 3 negozi di quartiere e una sala riunioni; in Via Terenzi un alloggio; in Via Annoni 7 alloggi e 4 negozi di quartiere. In totale, dunque, si procederà alla creazione di 18 alloggi, 7 negozi di quartiere e 2 sale riunioni. I lavori interesseranno ogni aspetto strutturale degli immobili: si andrà dal consolidamento delle fondazioni e delle mura fino alla manutenzione o sostituzione di tetti, scale e solai, passando per l’installazione di nuovi impianti e nuove costruzioni ed intonacature. Ogni unità abitativa creata, inoltre, sarà dotata di impianto autonomo autoclave per la fornitura idrica.

È bene specificare che l’attività di recupero edilizio cui daremo avvio terrà conto di ogni aspetto architettonico ed estetico degli stabili, preservando e valorizzando le loro linee originarie. Siamo entusiasti e pronti – conclude Di Stefano – a tagliare questo nuovo traguardo: il centro storico di Sora si scrollerà di dosso anni di incuria e andrà incontro ad una rinascita che determinerà, con ricadute anche in ambito occupazionale, un nuovo grande impulso alla crescita sociale e allo sviluppo economico della città”.

Commenti

wpDiscuz
Menu