23 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 562 VOLTE

ATINA – Il 25 luglio al Parco Fluviale di Ponte Melfa JULIEN COLAROSSI: un settefratese ad “Atina Jazz 2012”

Un settefratese sotto i riflettori di “Atina Jazz 2012”. Julien Colarossi, originario del piccolo Comune della Valle di Comino, consacra in Italia la sua intensa attività di chitarrista jazz, partecipando alla importantissima e rinomatissima manifestazione atinate, mercoledì 25 luglio, presso il Parco Fluviale di Atina, Ponte Melfa. In un cartellone di straordinaria levatura artistica, trovarsi al fianco di nomi importanti come Stefano Bollani, Danilo Rea, Enrico Rava, Manhattan Transfer, è e deve essere un grande vanto per l’intero territorio, non solo valligiano, ma di tutta la provincia di Frosinone.

L’orgoglio di provenire da una piccola realtà, quale è Settefrati, ed arrivare su uno dei palcoscenici più prestigiosi nell’ambito delle rassegne jazzistiche nazionali, non può che essere condiviso con il giovane Julien, che con questa esperienza è al suo debutto da professionista tra le mura di casa. Recentemente laureato presso il college jazz “Newpark Music Centre” di Blackrock, Dublino, gode di una considerevole ammirazione nell’ambiente musicale, non solo come esecutore, ma anche come compositore ed insegnante.

Nell’agosto 2011 Julien ha inciso il suo primo album: registrazione live di un concerto tenuto presso il National Concert Hill a Dublino, con la sua band “Julien Colarossi Quartet”. Barry Donohue al basso elettrico, Cristopher Engel al sax, Tommy Gray alla batteria, il trio che lo accompagnerà nell’esibizione di mercoledì prossimo, 25 luglio, sul palcoscenico di Atina Jazz.

L’album contiene 4 brani, di cui tre inediti, scritti e arrangiati da Colarossi, e una cover di Kurt Rosenwinkel. A caratterizzare la musica del giovane settefratese, è la varietà degli stili e dei generi che riesce a toccare: da Louis Armstrong e Ben Webster a Charlie Parker e Louis Stewart, dalle armonie modali di Wayne Shorter e John Coltrane alle moderne armonie di Kurt Rosenwinkel e Brad Mehldau, dalla musica classica al funk di James Brown, dal rock di Jimi Hendrix e Led Zeppelin, al raggae di Bob Marley.

Oltre alla intensa attività concertistica, Julien – che riesce proprio grazie al suo carisma e questo mix esplosivo a coinvolgere un pubblico di diverse età e di gusti musicali differenti – insegna chitarra presso il “Newpark Comprehensive School”, oltre a impartire regolarmente lezioni private. Tra i nomi importanti del panorama jazzistico irlandese, con cui il giovane ha collaborato, John Moriarty, Michael Muckley, Ariel Hernandez, Patrice Burn, Justine Carrol, l’Orchestra Jazz Città di Dublino.

Intensa e costante la collaborazione con la formazione “Phisqa”, con cui ha in essere un progetto musicale che mescola i ritmi afro – peruviani con la raffinata tecnica del jazz, e ancora con la Hot House Bigband, con Riona Sally Hartman ed Edel Meade. A giugno ha partecipato ad un workshop di musica jazz presso il Banff Centre di Alberta, Canada, dove ha avuto la possibilità di confrontarsi con molti giovani talenti, provenienti da tutto il mondo. Insomma, a soli 24 anni, Julien Colarossi, che a breve inciderà il suo secondo album, può vantare un curriculum di elevatissimo spessore, pronto per aggiungere una nuova voce tra le righe: “Atina Jazz 2012”.

[nggallery id=498 template=caption]

 

Commenti

wpDiscuz
Menu