17 settembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 358 VOLTE

BASKET SERIE D – Ottime indicazioni per la LA-Z Sora nell’amichevole con il Colleferro

Primo test stagionale per La –Z N. B. Sora 2000, che nella serata di Sabato 15 ha giocato la prima amichevole contro la Pall. Colleferro, squadra che milita nel campionato di serie D regionale. Per la compagine sorana è stata l’occasione buona per mettere minuti nelle gambe e scaricare il lavoro degli ultimi giorni. I ragazzi di coach Bifera hanno offerto una buona prova corale, considerando anche un roster nuovo per 6/10 che, dopo meno di due settimane di affiatamento, disputava la prima gara.

I bianco-celesti hanno sfoggiato un gioco più veloce e dinamico rispetto agli avversari, dimostrando da subito un notevole affiatamento di gruppo. Ottime le giocate di Lisandro Leon Liguori; positivo l’impatto sulla partita sia da parte di Christopher Clock che Domenico Rizzi, autori di una prestazione convincente in fase offensiva e sotto le plance. Bene anche Massimiliano Tomaselli, soprattutto nella seconda parte di gara, e capitan Manco, molto bravo sotto canestro.

Da segnalare anche la buona prova offerta da Vrenonzi e l’ottima intesa tra i neo aggregati al gruppo: i fratelli Sebastiani, con Passaniti, Panunzi e Proia, hanno creato non pochi problemi alla difesa di casa. I volsci hanno condotto l’incontro senza problemi, terminando in vantaggio tutti e quattro i canonici tempi da dieci minuti.

“Sono molto soddisfatto” – ha commentato a caldo coach Bifera -. “Abbiamo dimostrato, dopo soltanto due settimane di lavoro, di star costruendo un buon gruppo. Una squadra così giovane e rinnovata per ben sei decimi, che alla prima amichevole vanta già un buon amalgama, non può che far ben sperare per il futuro. Buono anche l’aspetto puramente tecnico: abbiamo vinto quattro quarti e avuto un ottimo atteggiamento nell’economia complessiva della gara; una buona difesa e anche qualche buona giocata in attacco: insomma, un buon inizio. La strada è senz’altro quella giusta, ma dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione e crescere sempre più, visto che abbiamo ampi margini di miglioramento”.

Commenti

wpDiscuz
Menu