15 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.623 VOLTE

Bentornato H7… (di Lorenzo Mascolo)

Era un giorno di Giugno dell’anno 2009 e “Il Mio Sora” era in campo per uno degli ultimi allenamenti della stagione. Guardavo i giocatori dall’ingresso degli spogliatoi e osservavo il viso di Antonio Tersigni, all’epoca già mister bianconero nonostante i suoi verdissimi trent’anni, nel tentativo di capire il suo stato d’animo.

Mi avvicinai, gli chiesi se sarebbe stato confermato e lui rispose di si. Che gioia! il timone del grande Sora (perché per noi è sempre grande indipendentemente dalla categoria in cui gioca) ancora una volta nelle mani di un Sorano proprio come negli anni dell’ineguagliabile “Maestro”. Purtroppo qualche giorno dopo lo scenario cambiò totalmente e arrivo Maurizio Promutico, per carità, una bravissima persona, un tecnico validissimo, uno dei giocatori dei mitici anni ’90 cui siamo più legati. Sta di fatto che per me fu una “botta” non indifferente.

Mi sforzai di non farci caso, anche perché il nuovo mister aveva tutto il diritto di lavorare in pace nel tentativo di produrre quei risultati che per una serie di tragici motivi, sportivamente parlando, non arrivarono. Tuttavia non riuscivo ad accettare la situazione, perché di Antonio mi fidavo e mi fido ciecamente, in quanto è di Sora ma soprattutto è cresciuto come me in Curva Nord, condizione necessaria e sufficiente per fugare ogni dubbio sull’amore che una persona può provare per la maglia bianconera.

Per questo motivo, insieme al graditissimo ritorno di Ezio Castellucci, allenatore sicuramente vincente (caro mister, stiamo già sognando ad occhi aperti…), anche lui sorano e perciò legatissimo ai nostri colori, desidero rivolgere il mio più affettuoso saluto ad un altro Sorano vero che è finalmente tornato, stavolta spero per sempre, a far parte della famiglia: Antonio Tersigni.

Bentornato H7, ti vogliamo bene… :-)

Lorenzo Mascolo – Sora24

[nggallery id=473 template=caption]

Commenti

wpDiscuz
Menu