Pubblicità

Biosì Indexa Sora: 3-0 al Monza e prima storica vittoria in A. Grande festa al pala

Pubblicato illunedì 24 ottobre 2016   
Pubblicità

Vince la sua prima gara in SuperLega la BioSì Indexa Sora: imponendosi nettamente per 3-0 sulla Gi Group Monza fa registrare uno storico successo che muove la classifica e rende giustizia alla tenacia e alla costante crescita dei ragazzi di coach Bagnoli. Mister Falasca aveva chiesto ai suoi di mettere in campo l’atteggiamento giusto, ma Rosso e compagni sono stati più motivati e determinati tanto da essere maggiormente incisivi nei momenti clou dei set e del match.

Pubblicità

Se nei giorni pre gara la notizia era quella della squalifica per tre giornate del palleggiatore Nikola Jovovic per comportamenti irriguardosi nei confronti del secondo arbitro, quella di oggi invece è l’assenza dell’opposto, ex Sora, Simon Hirsch mai arrivato nella cittadina volsca con la sua squadra ma rimasto a Monza per problemi muscolari.

Così la Gi Group ha calcato il palcoscenico del PalaGlobo con una diagonale di emergenza, mai proposta ma inizialmente ritenuta dalla guida tecnica brianzola un’arma in più. Con la regia rimessa nelle mani dell’altro ex volsco Nicola Daldello infatti, e il posto 2 affidato a Dzavoronok, gli uomini del consorzio Vero Volley provano a cercare l’obiettivo puntando sul vantaggio tattico della diagonale e appunto della non conoscenza del suo gioco. Ma il sestetto locale in campo non si è fatto cogliere impreparato da nessun effetto sorpresa, ha pensato solamente a macinare il suo gioco e a vincere il match con le proprie armi e abilità dimostrando di valere la categoria sia guidando dritto con il favore del vantaggio che inseguendo nel terzo set quando era sotto di cinque lunghezze.

Il migliore di tutti è stato Miskevich votato da giornalisti e addetti ai lavori a unanimità, il premio del pubblico invece è andato a Marco Santucci.

“Grande partita dei miei ragazzi – dice un entusiasta coach Bagnoli. Complimenti a tutti perché siamo riusciti a vincere un set non affatto semplice con questa formazione che nelle giornate precedenti ha tenuto testa a squadre molto forti. Il match non era facile, siamo riusciti ad avere un’altissima efficienza in attacco e una grandissima prestazione di Rosso e Miskevich, MVP del match. Abbiamo fatto 10 muri punto, leggendo molto bene la partita dei nostri avversari e prendendone solo 2, a dimostrazione del fatto che il nostro palleggiatore ha distribuito molto bene. Si vede la crescita della squadra e anche di Kalinin e questo non può che renderci contenti”.

“Loro sono stati più bravi di noi – risponde mister Falasca -, e soprattutto determinati in quello che era un momento importante del match. Dal canto nostro invece dobbiamo lavorare per trovare una migliore intesa in questa situazione di emergenza per provare a fare cose buone”.

Allo starting players sestetto tipo confermato per coach Bagnoli con Seganov in cabina di regia opposto a Miskevich , Kalinin e Rosso come martelli-ricettori, Gotsev e Mattei al centro della rete, e Santucci libero.

Per mister Falasca invece formazione d’emergenza con la mai proposta diagonale Daldello-Dzavoronok, Botto e Fromm in posto 4, Beretta e Verhees la coppia di centrali i Rizzo libero.

Il match si apre 4-0 per la formazione di casa che, con il favore della battuta avversaria a rete e due muri vincenti di Kalinin sull’opposto brianzolo, prova a dare da subito la sua impronta al set. Fatica a entrare in gara la Gi Group commettendo qualche errore di troppo così Sora può viaggiare a distanza di sicurezza. 10-7 con lo slash di Kalinin su battuta di Rosso e 12-9 con un ritrovato Kalinin. Mini break positivo per la BioSì che con il capitano in attacco e Mattei a muro ai danni di Fromm sale sul +4 del 17-13. Coach Falasca richiama i suoi ragazzi ma Sora continua a condurre con Miskevich a sfoderare il suo miglior lungo linea fino al 19-16, quando inanella una serie di errori che le costano la parità del 19-19. L’equilibrio dura poco perché a salire in cattedra, dopo la paura di uno scampato infortunio, è capitan Rosso che inchioda sulla rete la prima linea avversaria e la beffa in attacco per il 24-22. È sempre lui, lo schiacciatore cuneese, a fare la differenza chiudendo alla prima opportunità 25-22 e regalando anche al PalaGlobo la vittoria di un set.

Avvio di secondo parziale con lo stesso copione del precedente con il 5-2 firmato dalla pipe di Rosso e il muro di Gotsev. Rientrano subito i brianzoli anche se la BioSì non concede l’aggancio restando sempre con il naso avanti 9-7 e 11-9. La guida tecnica ospite inserisce Galliani al posto di Dzavoronok ma la musica non cambia con il 14-12 chiuso dal block del capitano proprio sul neo entrato e il 18-16 con un’azione fotocopia. Verhees dai nove metri trova la parità del 19-19 e apre il primo punto a punto del match che dura fino al 21-21. Il diagonale prepotente di Miskevich riporta la battuta nelle mani locali e quella out di Dzavoronok gli regala due set ball. È ancora capitan Rosso a mettere tutti d’accordo tirando il rigore piazzato dalla ricezione lunga su battuta del suo opposto. 25-22 e 2-0 per Sora in fatto di conteggio set.

Sora conquista il suo primo punto in SuperLega e non sembra volersi fermare qui anche se Monza comincia ad alzare la voce, e infatti corre avanti 3-6 e 11-16. L’ace di Miskevich e la parallela di Rosso provano a spingere la rimonta della BioSì Indexa ma un po’ di confusione tra coach Bagnoli e il primo arbitro con conseguente cartellino rosso, rimette tutto in discussione 15-20. Con pazienza certosina i suoi ragazzi ricostruiscono il loro gioco, Sperandio appena entrato picchia duro in battuta e Kalinin sulla rete per il 19-21 e dopo il time out discrezionale richiesto da coach Falasca, Gotsev a muro su Beretta autografa il sorpasso del 23-22. La possibilità set però è nelle mani della Gi Group che con Verhees segna il 23-24. Capitan Rosso suona la carica, e aiutato dal suo sestetto porta la contesa alla battuta finale, quella messa a segno dall’MVP MIskevich che fa scoppiare di gioia il PalaGlobo.

BIOSÌ INDEXA SORA – GI GROUP MONZA 3-0

BIOSÌ INDEXA SORA: Seganov 2, Miskevich 17, Kalinin 9, Rosso 15, Gotsev 7, Mattei, Santucci (L), Marrazzo n.e., Sperandio 1, Tiozzo, De Marchi n.e., Lucarelli n.e., Corsetti (L) n.e., Mauti n.e.. I All. Bruno Bagnoli; II All. Maurizio Colucci. B/V 4; B/P 9; Muro 10.

GI GROUP MONZA: Daldello 1, Dzavoronok 13, Beretta 10, Verhees 3, Botto 10, Fromm 11, Rizzo (L), Peslac n.e., Forni n.e., Raic , Galliani, Terpin, Brunetti, Peslac n.e.. I All. Miguel Àngel Falasca; II All. Francesco Cattaneo. B/V 4; B/P 12; Muro 2.

ARBITRI: Cipolla Matteo, Canessa Maurizio.

ADDETTO AL VIDEO CHECK: De Orchi.

SEGNAPUNTI: Zangrilli.

PARZIALI: 25-22 (’27); 25-22 (‘24); 27-25 (’31).

MVP: Radzivon Miskevich.

SPETTATORI: 1885.

INCASSO: € 7.597.

Carla De Caris – Responsabile Ufficio Stampa BioSì Indexa Sora

img_0761-copia img_0809-copia img_0813-copia

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
ANNUNCI GRATUITI
Menu
Ciociaria24 Verdana Srl 800-090501 info.ciociaria24.net