5 maggio 2015 redazione@sora24.it
LETTO 2.973 VOLTE

Broccostella, Isola, Fontechiari, Campoli e Posta faranno più bello il Fibreno

Tutelare, valorizzare e riqualificare il sistema ambientale, paesaggistico e culturale che ruota attorno al fiume Fibreno e, nel contempo, favorire il riequilibrio ecologico del bacino idrico e l’accessibilità del percorso fluviale. Con questo importante obiettivo la Provincia di Frosinone e il Comune di Broccostella, in qualità di capofila, insieme ai Comuni di Fontechiari, Posta Fibreno, Campoli Appennino, Isola del Liri e della Riserva Natura del Lago di Posta Fibreno,  hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa per l’attuazione del Contratto di Fiume.

Il Contratto di Fiume rappresenta uno strumento di governance dei processi di sviluppo locale, che vede nella partecipazione e nel coinvolgimento delle comunità locali uno dei requisiti strategici; esso si basa sul confronto e la negoziazione tra i portatori di interesse locali che vogliono attivare azioni di riqualificazione ambientali condivise nelle modalità di decisione. Un modello di lavoro che la Provincia di Frosinone sta già sperimentando per il fiume Cosa.

A sottoscrivere il Protocollo d’Intesa, il Presidente della Provincia Antonio Pompeo e il sindaco di Broccostella Sergio Cippitelli. Presente anche il consigliere provinciale Massimiliano Quadrini. “Il Contratto di Fiume – ha dichiarato Pompeo – rappresenta un strumento importante per riqualificare e valorizzare il patrimonio paesaggistico e culturale che ruota attorno ai nostri fiumi. Prevede un modello di lavoro di rete, attraverso il coinvolgimento di soggetti pubblici e privati: La Provincia già ha attivato, con buoni risultati,la Cabina di Regia per il Contratto del Fiume Cosa. Ora, stesso percorso, avvieremo per il fiume Fibreno. Ringrazio il sindaco Cippitelli, e per lui tutti i comuni  rivieraschi coinvolti nel progetto. L’auspicio è che in tempi brevi, anche in collaborazione con la Regione Lazio, si possa arrivare a strutturare una prima progettualità per la valorizzazione dell’importante bacino idrico”.

“Il fiume Fibreno – ha aggiunto il consigliere Massimiliano Quadrini – costituisce una delle ricchezze paesaggistiche più belle dei nostri territori. Attraverso la Provincia, e in raccordo con le amministrazioni di Broccostella, Fontechiari, Campoli Appennino, Isola del Liri e Posta Fibreno e con la Riserva del Lago naturale di Posta Fibreno abbiamo deciso di utilizzare lo strumento del Contratto di Fiume per realizzare interventi di riqualificazione e valorizzazione”.

“Grazie a questo strumento finalmente possiamo avviare una vera politica di gestione del Fiume Fibreno, risorsa tra le più importanti del territorio; patrimonio da tutelare, riqualificare e promuovere – ha detto il sindaco di Broccostella, Sergio Cippitelli – Il delicato ecosistema fluviale, le straordinarie bellezze ma anche la funzionalità fluviale sono fattori essenziali per i quali bisogna lavorare puntando innanzitutto al mantenimento degli equilibri. Sono troppi infatti, i fattori esterni che rischiano di danneggiare un ecosistema straordinario, per certi versi unico al mondo.

Tutti i soggetti firmatari del protocollo d’intesa per l’attuazione del “Contratto di Fiume” del Fiume Fibreno dunque, avranno un compito fondamentale in questo processo necessario che studia e promuove azioni concrete per la risoluzione delle criticità riscontrate. Ringrazio tutti i Comuni che hanno sottoscritto il protocollo, l’Amministrazione provinciale, in particolare il Presidente Antonio Pompeo e tutti coloro che si sono spesi affinché, finalmente, si desse il via a questo percorso comune che, ne sono convinto, produrrà azioni forti e mirate, a tutela del nostro Fiume Fibreno. Il mio invito – ha concluso il sindaco Cippitelli – va agli altri Comuni interessati affinché si attivino per unirsi a noi, cogliendo una opportunità per l’intero territorio”.

Commenti

wpDiscuz
Menu