18 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 775 VOLTE

Buche e voragini in strada, SOS! (di Sacha Sirolli e la sua Ford)

Quasi ogni giorno faccio 100km all’andata e 100km al ritorno da Sora a Roma per lavoro. Talvolta con gli autobus del Cotral, oppure con la mia auto. Dura la vita del pendolare? Si, ma il lavoro è lavoro. E di questi tempi avercelo è una fortuna. La mia compagna di viaggio è una Ford Fusion 1.4 benzina/gpl nera acquistata a rate nel 2010. Una macchina eccezionale. Con la sua radiolina mi informa delle ultime news, col navigatore mi porta ovunque. Insieme abbiamo esplorato – sempre per lavoro – l’Italia del Nord e la Toscana, mentre in vacanza siamo andati in Austria, Svizzera, Francia e Principato di Monaco. Una compagna di vita che non tradisce mai. Per questo la curo tanto, faccio i tagliandi, ho montato le gomme termiche, perchè merita di andare in giro con le “scarpe” giuste in ogni stagione dell’anno.

Venerdì sera però tornando da Roma, mentre ero al volante, non mi sono accorto di una buca gigantesca nei pressi della rotatoria allo svincolo della superstrada Ferentino-Frosinone-Sora in territorio di quest’ultima. Mentre transitavo sulla strada che porta alla zona industriale ho sentito un improvviso frastuono: booom! Tale è stata la botta che ho accostato per verificare che le ruote ci fossero ancora. Ho visto gli pneumatici, tutto bene, i cerchi in lega, ok. E sono tornato a casa. Ma mentre transitavo sul Lungofibreno ho pensato che le strade sono ridotte a colabrodi, puntellate di crepe e voragini che mettono in pericolo la sicurezza degli automobilisti. Io non ho la Supercar. Però…”Anche a Roma o Milano era così”, ha risposto la mia macchina. “Si, hai ragione”, gli ho replicato, “ma tutto ciò è  pericoloso soprattutto per chi viaggia su due ruote. Io la buca che ti ha fatto tanto male, sbalestrandoti, non l’ho vista all’imbrunire. Però non pioveva. Adesso andiamo incontro al maltempo da novembre a marzo. Ti immagini con l’acqua? Queste buche non saranno visibili, dunque più pericolose”.  “C’è da dire anche – ho continuato – che non è facile mantenere in salute una sterminata ragnatela di vie secondarie, a Sora, come nel resto d’Italia. Però mi piange il cuore a pensare ai tuoi ammortizzatori”. “E tu stai attento – mi ha risposto la mia Ford – lo sai che, se mi metti alla prova, ti porto dappertutto. Con il sole, la pioggia e la neve. Perciò non pensarci a cambiarmi con un Suv o un 4×4 per risolvere il problema delle buche. Sono io la tua fidata compagna di viaggi, devi solo imparare a fare un pò di slalom ed andare piano”. “Cara Ford, tu hai ragione, starò più attento, in fondo non è colpa nostra. Non possiamo mica pretendere un manto stradale perfetto e glitterato come quello di Monacò. Lì ci fanno il Gran Premio di Formula 1. Quella è roba per gente benestante, che ha saputo organizzarsi”.

Io sbaglio probabilmente a parlare con la mia macchina, ma di contro chi mi dà ascolto sulle buche che incontro per strada?

Ps. Nella gallery allego le foto della voragine che ho preso mentre guidavo e le buche da Carnello a Sora per andare a prendere mia figlia a scuola alla Facchini.

Il direttore di Sora24 – SACHA SIROLLI e la sua FORD FUSION 1.4 Benzina/gpl

[nggallery id=732]

Commenti

wpDiscuz
Menu