3 luglio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 140 VOLTE

CALCIO: ABETE "LA LEGA NON HA MAI AVUTO UN RUOLO COSI’ INSIGNIFICANTE CON FIGC"

CRACOVIA (POLONIA) (ITALPRESS) – “Mai la Lega ha avuto un ruolo cosi’ insignificante rispetto alla Federazione e questo e’ un problema”. Lo ha detto il presidente della Figc Giancarlo Abete, all’indomani della finale degli Europei, parlando dei rapporti con la Lega all’interno del discorso sugli spazi per le Nazionali. “L’assenza di progetto da parte della Lega determina un danno per
il sistema calcio. La Lega e’ stata assente nel consiglio federale si va avanti tranquilli, la Lega non incide nell’elezione del presidente federale. Non prende una risorsa da parte della Figc, purtroppo la sommatoria di interessi individuali e’ talmente esplosiva nella Lega che manca un coordinamento nel livello di proposta. Non c’e’ il referente organico di sistema all’interno della Lega che porti avanti un progetto di politica sportiva” ha detto Abete, che ha spiegato come il problema degli spazi per le Nazionali sia del calcio in generale e non dell’Italia. “Ci sono
dei vincoli imposti dal calendario internazionale ed un ruolo delle Nazionali rispetto ai club che tutti conosciamo. Con la riforma del calendario internazionale, in due anni sono previste nove settimane con 18 e non piu’ 19 gare. Sono 9 settimane di
gioco all’interno di un biennio. Questo problema non riguarda il calcio italiano, ma tutte le Federazioni sportive. Davanti a questi vincoli, dobbiamo puntare a una dimensione di lavoro giornaliero che va anche al di la’ della partita della nazionale e che sia di raccordo con tutte le nazionali giovanili. Il nuovo ruolo di Prandelli? L’obiettivo della Figc e’ di rendere piu’ organico questo tipo di rapporto nella logica dei contatti con l’under 21 e tutte le altre nazionali giovanili”. “La Figc ha il dovere e il diritto di far rispettare le regole e i vincoli per i giocatori in Nazionale. Ha il dovere di provare a responsabilizzare a Lega e i presidenti sull’importanza della Nazionale all’interno del movimento” ha detto il presidente Abete sui rapporti con la Lega Calcio. “Questo va al di la’ del risultato sportivo ed e’ interesse dei club che ci sia la possibilita’ di valorizzare il lavoro che si sta acendo da parte del ct azzurro. Noi solleciteremo un confronto che vada al di la’ di quelli che sono i vincoli. Ma serve un progetto globale, altrimenti si lavora su due piani diversi. Ci si deve rendere conto che l’immagine positiva della nazionale va a favore dell’intero movimento e merita considerazione da parte delle societa’”.

Fonte: www.italpress.com

Commenti

wpDiscuz
Menu