30 maggio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 183 VOLTE

CALCIO: SCOMMESSE. BUFFON "SAPERE TUTTO IN ANTICIPO, QUESTA E’ LA VERGOGNA"

COVERCIANO (ITALPRESS) – “La gravita’ e’ che voi sapete tutto in anticipo, se io vado a parlare con un pm dopo cinque minuti si viene a sapere, questa e’ la vergogna”. Il portiere della Nazionale e della Juventus, Gianluigi Buffon, si rivolge cosi’ ai giornalisti presenti al raduno azzurro di Coverciano parlando degli ultimi, gravi sviluppi dell’inchiesta denominata Last Bet. “Dopo anni che ho vinto uno scudetto, ora si parla di campionato virtuale… Sono cose del passato, quest’anno e’ stato un campionato senza ombre – ha detto Buffon – Quando uno sbaglia e’ giusto che paghi con pene esemplari, poi pero’ bisogna fare delle distinzioni tra colpe molto gravi e relative, senza mettere tutto nel calderone”. Buffon, convinto che questo scandalo sia anche peggiore di Calciopoli del 2006 e che Conte resterà sulla panchina bianconera, e’ tornato anche sull’irruzione della polizia a Coverciano: “Stavamo dormendo, non ce ne siamo accorti. Criscito potra’ dire di piu’, credo pero’ che non sia stata una bellissima sveglia e non la auguro a nessuno. E poi, alle 6 del mattino a Coverciano c’erano anche le telecamere: sono cose che lasciano intedetti, sempre per non voler spettacolarizzare…”. Sulla provocazione di Mario Monti di sospendere il campionato per due-tre anni: “Non mi permetto di proferire verbo sulla questione. Parliamo sempre del presidente del Consiglio, la nostra massima autorita’, sicuramente una persona capace e di buon senso. La risposta migliore, che e’ poi quella vera, l’ha data il presidente della Federcalcio (Abete, ndr) Sospendere il campionato implicherebbe che a pagare siano l’80-85 per cento dei calciatori, tutti quelli onesti”.

Fonte: www.italpress.com

Commenti

wpDiscuz
Menu