1 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 222 VOLTE

CALCIO: SCOMMESSE. PRANDELLI "PROVO IMBARAZZO A DIFENDERE SFIGATELLI"

COVERCIANO (ITALPRESS) – “Per quanto mi riguarda mi sento un po’ in imbarazzo a difendere certi sfigatelli. Io non ho mai scommesso, mai giocato, appartengo a un mondo diverso, quando giocavo e perdevo provavo vergogna e stavo due giorni chiuso in casa. Sono gia’ fortunato nella vita, se gioco e magari vinco diventerei piu’ fortunato ancora e toglierei fortuna ad altri”. Lo ha detto il commissario tecnico Cesare Prandelli a proposito dello scandalo del calcio scommesse. A chi gli ha chiesto un commento su Mauri, il ct ha detto che quando il giocatore era convocato in Nazionale “Era uno degli interpreti migliori del nostro modulo tattico”.
Intanto, dopo la conferenza a Coverciano contro i pm per i blitz preannunciati e definiti vergognosi, Gigi Buffon resta al centro delle attenzioni a causa di un’informativa della Guardia di Finanza di Torino secondo la quale il portiere della nazionale avrebbe scommesso una cifra superiore al milione e mezzo di euro. L’informativa e’ stata allegata agli atti dell’inchiesta di Cremona e contiene la “segnalazione di operazioni sospette” riguardante il capitano della nazionale. Buffon al momento non e’ indagato ma c’e’ un divieto espresso per i tesserati della Federcalcio di effettuare scommesse. Sul versante penale non risultano illeciti ma agli atti c’e’ una lettera firmata dal pm di Torino Cesare Parodi che risale al giugno dell’anno scorso. Parodi chiede a Cremona di inviargli le notizie relative a Buffon “in quanto questo ufficio ha in corso accertamenti al riguardo, relativi ad ingenti somme di denaro che lo stesso Buffon avrebbe utilizzato per scommesse presentate, avvalendosi di soggetti terzi”.
E’ la stessa banca, secondo quanto scritto nell’informativa, che “ipotizza che le liquidita’ possano essere oggetto di scommesse vietate”. Buffon era stato coinvolto in un’inchiesta giudiziaria per scommesse nel 2006 per frode sportiva ma la posizione del giocatore era stata archiviata.

Fonte: www.italpress.com

Commenti

wpDiscuz
Menu