CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
martedì 12 gennaio 2016

Caos Pd Sora: Tucci scarica Tersigni ma viene a sua volta scaricata da Petricca e Celli

In merito a quanto all’articolo di ieri a firma di Tiziana Tucci (clicca qui per leggerlo), nel quale la segretaria cittadina del Partito Democratico apriva ad un candidato diverso da Tersigni in caso di mancata presentazione della lista “dem” con tanto di simbolo nella coalizione a sostegno dell’attuale primo cittadino (il quale, lo ricordiamo, salì sullo scranno più alto di Corso Volsci grazie al simbolo del Pdl di Berlusconi), riportiamo integralmente di seguito la replica dell’assessore e del consigliere in quota Pd, rispettivamente Celli e Petricca, pubblicata stamane sul quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi.

“La segretaria Pd attacca il sindaco ma viene immediata sconfessata dal consigliere e dall’assessore. Giornata piena di sorprese e colpi di scena quella di ieri per la politica cittadina. Protagonista assoluto il partito democratico e le alleanze con la coalizione guidata dal sindaco Ernesto Tersigni. In mattinata infatti è iniziata a circolare sul web una dichiarazione della segretaria cittadina Tiziana Tucci con la quale veniva criticata la scelta, annunciata dal sindaco, diverse settimane fa e poi ribadita nei giorni scorsi, di costituire una coalizione senza simboli di partito.

In pratica, per la Tucci, senza simbolo del Pd si rimette in discussione l’accordo, con addirittura l’apertura al sostegno di un altro candidato sindaco. Una vera e propria bomba dal punto di vista politico. Per questo abbiamo sentito il parere del consigliere comunale del Pd Enzo Petricca e dell’assessore Gianni Celli. Entrambi si sono detti sorpresi dall’esternazione di Tiziana Tucci. «Risulta l’ennesima esternazione in solitaria della segretaria – spiega Petricca che non volendo accendere ulteriormente gli animi si limita a segnalare che – sono due anni che portiamo avanti un progetto politico che non può essere messo in discussione con posizioni a corrente alternata.

Inoltre non si possono confondere gli interessi della città con quelli di partito. Si poteva discutere del problema del simbolo in maniera e con toni diversi». In sintonia anche le dichiarazioni dell’assessore del Pd, Celli. «Si tratta di una posizione personale, la segretaria non ha interessato gli organi del partito, prendo le distanze dalle sue dichiarazioni e ribadisco che stiamo lavorando in sintonia con l’amministrazione per portare avanti progetti positivi per la città ed intendiamo continuare su questa linea». Una sconfessione bella e buona”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
CLICCA QUI E RISPONDI AL SONDAGGIO
Menu
Ciociaria24