18 febbraio 2015 redazione@sora24.it
LETTO 2.404 VOLTE

Carnevale del Liri 2015: bilancio e obiettivi futuri. Intervista a Rodolfo Damiani “l’Elemosiniere”

Ancora una volta, terminata la parata dei carri, abbiamo raggiunto Rodolfo Damiani e gli abbiamo posto delle domande sul Carnevale del Liri, che ancora una volta ha trionfato dal punto di vista della partecipazione, con almeno diecimila persone nelle strade del centro di Sora.

Iniziamo da una curiosità: perché quando l’hanno definita segretario del comitato ha replicato “sono l’elemosiniere”?
Era una battuta amara, perché per realizzare questa edizione del Carnevale abbiamo dovuto chiedere un sostegno diffuso nel comparto produttivo. Non ho difficoltà a affermare che accanto a disponibilità di imprenditori che hanno compreso l’importanza promozionale dell’evento, molti altri si sono trincerati dietro il dato di fatto della situazione congiunturale. La sfilata è stata un successo , non altrettanto è stata la raccolta di contributi. Vorrei sperare che, magari convinti dalle realizzazioni dei carristi, si possa constatare che altri entrino a far parte dei sostenitori dell’evento.

Abbiamo sentito valutazioni diverse sulle presenze come spettatori. Cosa ne dice l’Elemosiniere?
Noi non facciamo mai numeri sempre opinabili, visto che non c’è un rilevamento a monte delle presenze. Ad occhio potremmo paragonare la gente che si assiepava lungo il percorso a quella che partecipa alle grandi Processioni, usando il metodo delle superfici occupate e delle persone che rientrano in uno spazio fisico preso a campione (è il metodo usato dal Ministero degli Interni) potremmo valutare le presenze ad oltre diecimila.

Potrebbe riassumere in breve i dati del Martedì Grasso?
Quattro carri di categoria “A” secondo la classificazione internazionale. Due di satira politica, uno di valore socio-culturale, uno ludico-favolistico. Fattura di buon livello nelle rifiniture, una eccellenza nei meccanismi dei movimenti. Coreografie adeguate con oltre cento figuranti e con costumi in alcuni casi di ottima fattura, comunque tutti sufficienti. Ottimo il commento musicale dei trenta musicisti della Banda di Castelliri, che hanno avuto i movimenti limitati dalla folla strabocchevole che li pressava. Una realtà consolidata i piccoli sbandieratori, bravi nei movimenti, precisi nelle figure, eleganti nelle loro mute rinascimentali, appropriati gli accoppiamenti dei colori, complimenti al maestro Adriano e alla Maestra Pina che curano i piccoli artisti. Spettacolo nello spettacolo, veramente una chicca del Carnevale del Liri, la mascherata dei Piccoli dell’Asilo Nido Comunale il Nido dei Sogni Santucci Alberto. Questi bambini, un concentrato di tenerezza e di simpatia, sono una delle eccellenze del Carnevale sorano, sia per la coreografia con cui si muovono sia per la fantasia con cui vengono mascherati. Meritano il nostro encomio la Società Garderie che gestisce l’Asilo in modo eccellente, presente al Carnevale con la Dirigente, la gent.ma dott.ssa Monica e al personale che cura i bambini nella persona della Coordinatrice la iperattiva e immaginifica Rosalba. La Regia dell’Asilo per il 2015 ci ha regalato un omaggio floreale fatto dai bambini, gioioso e ricco dell’ amore che solo i bambini sanno dare, accattivanti, commoventi, coinvolgenti, un messaggio veramente di speranza.

Abbiamo avuto modo di ascoltarla mentre ribadiva al Sindaco l’impegno per la Cittadella del Carnevale, cosa significa?
«Il Comitato ritiene che, come in altre realtà, le attività indotte dal Carnevale possono costituire un polo produttivo rilevante in una realtà in cui l’artigianato ha ancora potenzialità inespresse. Per realizzare tale sogno abbiamo necessità di spazi e locali idonei, dove progettare, sperimentare, produrre ed insegnare. L’Amministrazione Tersigni sta supportandoci fattivamente per dotarci di una sede stabile ed adeguata al progetto».

Sarebbe bellissimo se il Carnevale del Liri tornasse ai fasti di un tempo, del resto il grande pubblico c’è già e con un minimo sforzo potrebbe addirittura raddoppiare portando non meno di 20 mila persone a Sora. Prima di tuffarsi nella progettazione dell’edizione 2016, tuttavia, c’è quella del 2015 da completare. Domenica 22, difatti, si replica: per chi ha potuto partecipare ieri il Carnevale del Liri concederà il bis, con una nuova sfilata dei carri per la gioia soprattutto di bambini e ragazzi. Di seguito il programma completo.

Domenica 22 febbraio 2015: Via Napoli, ore 15:00 Parata di Carnevale
Sfileranno i Carri Allegorici delle Associazioni Culturali:
Amici del Carnevale di Broccostella – “Il diavolo nella rete”
Centro Sociale Canceglie – “Il cavallo di troika”
Valle del Baronio – “Shrek”
Via Napoli – “Lacrime di coccodrillo”
Parteciperanno alla sfilata:
Banda Musicale di Grotte Santo Stefano
Majorettes “Green Angels”
Storici Sbandieratori delle Contrade di Cori
Presenta: Paola Palleschi

Dal 28 febbraio al 1° marzo i Carri Allegorici delle Associazioni Culturali Amici del Carnevale di Broccostella, Centro Sociale Canceglie, Valle del Baronio, Via Napoli saranno in esposizione all’interno di Fiere di Sora in occasione della Mostra scambio 2015.

Gli eventi in programma potranno subire variazioni ed essere posticipati in caso di maltempo.

Commenti

wpDiscuz
Menu