Pubblicità
domenica 26 febbraio 2017 redazione@ciociaria24.net

CARNEVALE DEL LIRI 2017 – Tutto pronto per la festa. Ecco il programma completo

Il carnevale, festa popolare per antonomasia, consiste in un regno utopico dove il popolo penetra in un universo simbolico di libertà, uguaglianza e abbondanza, contrapposto ai rituali ufficiali . Il carnevale, rito del rinnovamento racchiude in sé il principio comico, l’espressione ridanciana, lo scherzo, il riso del popolo nella totale liberazione dalla serietà , per aprirsi a una nuova concezione libera e lucida . Il carnevale come ogni festa popolare presenta diversi linguaggi espressivo-comunicativi schietti e genuini, appunto comico-carnevaleschi, compresi nel realismo grottesco, un sistema di immagini tipiche della cultura comica popolare, in cui l’elemento materiale e corporeo, positivo, universale, proprio dell’insieme del popolo si oppone al totale distacco dalle radici materiali del mondo, i cui simboli sono la fertilità, la rinascita, la crescita in abbondanza.

Secondo Freud la “festa è un eccesso permesso, anzi offerto, l’infrazione solenne di un divieto”. Quanto sopra per far capire quale è il contenuto culturale del Carnevale,che è insito nell’atto stesso di organizzare il Carnevale. Il giudizio sulle realizzazioni per il Carnevale è quindi un giudizio meramente estetico e relativizzato alle aspettative di ognuno.
Il Comitato Permanente del Carnevale del Liri muove da queste concezioni su cui di volta in volta relativizza le creazioni ai mezzi disponibili e agli apporti a supporto. Il Carnevale è un concetto prima che una realizzazione.

Storicamente il Carnevale del Liri conta sullo zoccolo duro di tre Associazioni di maestri carristi :Ass. Via Napoli, Centro Sociale-ARCI Canceglie, Amici del Carnevale di Broccostella e almeno altri due apporti ora in attesa sabbatica. Altro elemento determinante è la presenza organica del Comune di Sora all’interno del Comitato, come elemento di continuità e di equilibrio operativo, in realtà è una forma di collaborazione sinergica al servizio della città con l’Assessore alle Politiche culturali o ad un suo delegato.

Questa forma originale di collaborazione ci permette, anche affrontando notevoli sacrifici , di offrire alla città e agli appassionati dei comuni limitrofi un evento assolutamente adeguato. Parafrasando i figli di Israele che chiudono le loro feste religiose con l’invocazione “Il prossimo anno a Gerusalemme” anche noi auspichiamo che ci venga concessa una sede idonea a lavorare tutto l’anno e realizzare idee da noi più volte argomentate e da altri , in modo maldestro, in via di definizione. E’ innegabile che un risultato è stato raggiunto , il concetto di coralità di apporti all’evento è stato pienamente compreso dalle scuole di ogni ordine e grado che arricchiranno il Carnevale con la loro presenza e le loro realizzazioni.

Partendo da questo ultimo apporto collaborativo , grazie alla disponibilità e alla lungimiranza del Centro Commerciale La Selva , abbiamo realizzati tre moduli di apprendimento della lavorazione della cartapesta, che hanno visto i ragazzi interessati incrementarsi di volta in volta, il che fa ben sperare per il futuro. Hanno animato il corso l’insegnante e le bravissime aderenti al Gren Lab. Al mattino del 27, sempre nei locali messi a disposizione dal Centro Commerciale La Selva verranno esposti i lavori dei ragazzi sul tema “Progetta un Carro di Carnevale”
Nel pomeriggio poi la grande kermesse, tutti in costume per acclamare i gruppi folklorici, artistici e musicali che si esibiranno in rappresentanza degli istituti comprensivi di Sora e Broccostella, degli Istituti paritari, degli Asili di Sora e Broccostella. Venite il divertimento è assicurato. Finalmente martedi 28 dopo l’ultimo pit stop , il rumoroso e variopinto corteo del Carnevale del Liri 2017 parte per onorare la festa dell’effimero.

Le forze in campo, la Marching Band di Amaseno, rutilante nei suoi ottoni e nelle divise sgargianti, tre carri , opera dell’ingegno e della manualità dei maestri sorani, ogni pezzo fatto a mano, ogni meccanismo animato con i sistemi classici delle pulegge, delle cammes , dei colli d’oca , delle ruote dentate ad alternanza, dietro ogni personaggio c’è una intelligenza e una manualità da artista artigiano, come tradizione secolare di queste terre.

Le scuole offriranno il meglio delle performance di squadra, sbandieratori, ragazze pon pon, spadaccini, gruppi folk, prati fioriti, farfalle che invadono C.so Volsci, gnomi venuti da un bosco d’Irlanda, una mascherata di dame che vengono direttamente dalle calli scintillanti di piazza S. MARCO e ancor alcune scuole di ballo del territorio. Le premesse per una giornata all’insegna del divertimento ci sono tutte, sperando che i soliti sconsiderati si rendano conto che spruzzare con le bombolette è il contrario del divertimento. Ma non finisce qui, terminata la sfilata , sul grande palco in fondo a S. Restituta si apriranno le danze, con l’esibizionedelle scuole del territorio e gli interventi canori dei ragazzi di Sindaco De Donatis e Assessore Gemmiti, che si sono battuti perché l’appuntamento fosse onorato, sul palco in compagnia della Presidentessa A.M. Giordano,presenta la veterana Ilaria Paolisso con gli interventi al violino di un noto maestro e BUON DIVERTIMENTO A TUTTI.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DI OGGI a Sora
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA
Menu