29 luglio 2013 redazione@sora24.it
LETTO 1.844 VOLTE

Caro Ernesto, o spiegazioni o dimissioni! (di Marco Tari Capone)

Scusatemi per la durezza, ma a Sora c’è un problema di comunicazione e, nello stesso tempo, di assuefazione alla non comunicazione. Il compito di un giornale è porre domande, a volte scomode, per ottenere delle risposte utili per l’opinione pubblica. Di domande ne ho poste 13 sul Progetto OPEN Sora del valore di 142.175 Euro (clicca qui per leggerle), senza avere risposta in 18 giorni. Adesso la domanda è perché si siano dimenticati della scadenza per i Prusst, perdendo circa 450.000 Euro. Finanziamenti richiesti nel 1999, che dal 2002 sono nel casse del Comune inutilizzati e oggi non più utilizzabili.

Il detto “domandare è lecito, rispondere è cortesia” non è valido se si parla dell’interesse pubblico e non servono giorni e giorni per una risposta: è una questione di rispetto nei confronti dei cittadini. E’ di ieri la notizia che il Sindaco di Arpino, Renato Rea, ha indetto la prima assemblea aperta a tutta la cittadinanza per fare il punto della situazione a due mesi dall’insediamento della nuova amministrazione (clicca qui per leggere). Anche noi meritiamo questo: trasparenza, dialogo e partecipazione.

Per cui, caro Ernesto, o spiegazioni o dimissioni!

Marco Tari Capone

Commenti

wpDiscuz
Menu