5 settembre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 335 VOLTE

Cgil, ieri gazebo a Piazza S.Restituta per presentare “il Piano del Lavoro”

Nell’ambito della manifestazione Piazza Bella Piazza, organizzata dalla Cgil di Roma e Lazio, anche a Sora in piazza Santa Restituta è stato allestito un gazebo per presentare il Piano del Lavoro della Cgil: l’uscita dalla crisi, secondo il sindacato è possibile solo partendo dal lavoro.

La manifestazione è stata anche l’occasione per ufficializzare l’azione legale intrapresa dalla Cgil per fronteggiare la perdita economica che la vertenza della Burgo di Sora ha comportato per i dipendenti dello stabilimento.  Il Segretario del Slc Cgil Giuseppe Di Pede e la RSU dello stabilimento Andrea Gabriele hanno infatti intrapreso l’azione legale lo scorso mese di maggio «ciò che riteniamo ingiusto è la sospensione di tutti gli accordi economici decisa dall’azienda» spiega Di Pede «in questo modo si è creato un danno per i lavoratori dello stabilimento. Abbiamo condannato subito il provvedimento e manifestato l’intenzione di intraprendere le vie legali, ed è esattamente ciò che abbiamo fatto a partire dal mese di maggio, quando abbiamo proceduto alla richiesta di quanto non più corrisposto dalla mensilità di marzo. Il silenzio dell’azienda davanti a tale richiesta è stato seguito dalla vertenza».

La finalità dell’azione legale la spiega Andrea Gabriele: «nostra intenzione è quella di creare un precedente utile per tutti i dipendenti affinchè l’azienda restituisca il maltolto: infatti» continua Gabriele « in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, una perdita economica di alcune centinaia di euro annue rischia di compromettere l’economia delle famiglie. Un’azienda seria non può non tener conto di ciò, soprattutto alla luce del massiccio ricorso alla cassa integrazione che già di suo pesa sullo stipendio dei lavoratori, gli stessi a cui nel corso degli anni sono stati chiesti continui sacrifici.» Ripartire dal Lavoro per la Cgil significa anche e soprattutto rispetto del lavoro e dei lavoratori, questo il messaggio lanciato mercoledi dal gazebo in piazza Santa Restituta.

Commenti

wpDiscuz
Menu