NEWS
Ciociaria24

Chiarimenti sulla posizione di Sora24 in questa campagna elettorale

18 gennaio 2016  3.749 visite  

Ho ricevuto la seguente email da parte della Dott.ssa Martina Sperduti, a cui ritengo sia utile rispondere pubblicamente, al fine di chiarire la posizione di Sora24 in questa campagna elettorale. Mi scrive la Dott.ssa Sperduti: «Ho letto sulla pagina [...] CONTINUA

Ho ricevuto la seguente email da parte della Dott.ssa Martina Sperduti, a cui ritengo sia utile rispondere pubblicamente, al fine di chiarire la posizione di Sora24 in questa campagna elettorale.

Mi scrive la Dott.ssa Sperduti: «Ho letto sulla pagina Facebook di Lorenzo Mascolo che si candiderà come consigliere comunale con sindaco Vinciguerra. Benissimo. Nulla di strano dal momento Lorenzo si è sempre appassionato alla vita politica sorana e credo che abbia fatto bene. È giusto così. Ma sai che dal momento che firma la candidatura non può più scrivere e fare il giornalista. Per etica professionale deve astenersi nei mesi della campagna elettorale. Se non siete un giornale schierato ovviamente. E libero come tu sostieni. Quindi mi aspetto una comunicazione, come tutti, di astensionismo presso Sora24. La correttezza prima di tutto».

Una risposta esaustiva penso che debba essere data sia a livello tecnico sia etico:

  • A livello tecnico Sora24 non è una testata giornalistica, ma una semplice testata telematica, in quanto non abbiamo un direttore responsabile iscritto all’Albo dei Giornalisti (o comunque dei giornalisti nella nostra Redazione) e non siamo registrati presso alcun Tribunale. Questo perché, per Legge, al di sotto dei 120.000 Euro di ricavi pubblicitari, la registrazione di un sito web presso il Tribunale è necessaria solamente nel caso in cui lo stesso voglia usufruire delle sovvenzioni statali, e non è il nostro caso. Lorenzo Mascolo, quindi, non è un giornalista, ma un nostro collaboratore assunto a tempo indeterminato ed ha diritto a partecipare alla vita politica, senza che per questo debba essere sospeso dal lavoro e rinunciare così al proprio stipendio.
  • Dal punto di vista etico, essere un giornale libero non vuol dire non poter manifestare le proprie opinioni, ma solo non avere “padroni” che le impongano. Per cui Lorenzo è libero di continuare a partecipare alla vita politica sorana, da uomo libero, come ha sempre fatto, e continuare a lavorare con Sora24, evidenziando solamente (ed in maniera chiara) se il suo pensiero è espresso a titolo di candidato alle prossime Comunali. Nel nostro caso, oltre che liberi, cerchiamo di essere anche democratici: pubblicando le opinioni politiche di tutti senza censure (salvo nei rarissimi casi in cui gli attacchi personali nei nostri confronti lo rendano umanamente impossibile), e su questo punto le minacce di querela che abbiamo ricevuto in questi anni per aver pubblicato opinioni politiche di terzi ne sono testimonianza.

Per cui, anche in questa campagna elettorale, garantiremo a tutte le forze politiche e civiche la possibilità di essere ospitate su Sora24 con i propri comunicati, così come continueremo ad esprimere anche le nostre opinioni, il tutto con estrema trasparenza e correttezza. Non potremmo fare altrimenti: per rispetto dei nostri lettori e delle nostre coscienze.

Marco Tari Capone – Editore di Sora24

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
Menu