CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
mercoledì 20 luglio 2016

Ci scrive Antonio Mantova: «Si rende onore alla nostra storia rispettando le persone che hanno fatto la storia»

Egregio Direttore, La prego di ospitarmi per esprimere una mia opinione in merito all’articolo apparso ieri sul Suo giornale, riguardante un proiettore di cinema (ndr clicca qui per leggerlo).

13754706_10210106306436535_116459108657801259_n-620x934

Premetto che a me piace proporre e fare e non abbandonarmi a polemiche che non portano da nessuna parte; ergo cerco sempre di rispettare le opinioni di tutti; ma a volte però si sentono in giro certe castronerie da far scattare la molla della risposta.

Ma veramente c’è ancora gente in giro che crede di salvaguardare la memoria storica della nostra città e civiltà collocando nel Museo civico (addirittura!) un proiettore appartenuto, tra l’altro, ad un privato? Veramente esiste ancora gente che crede che la nostra identità storica, in questo caso nel campo del cinema, possa essere affidata ad un proiettore, tanto da sollecitare il Sindaco a darsi da fare per collocarlo in museo, dove potergli quindi rendere omaggio?

Non è così che si rende onore alla nostra storia, ma rispettando le PERSONE che HANNO FATTO la storia, e non oggetti o falsi simboli! Si salvaguarda la nostra storia onorando chi, e nella fattispecie il cinema, ha fatto la storia, come Antonio Valente e Vittorio De Sica! Modestamente sono vent’anni, nell’indifferenza generale, che mi do da fare per onorare De Sica e Valente.

11350769_10205322575642402_1889431778376766188_n copia

Nel 1999 fu istituita la Galleria Vittorio De Sica, letteralmente smantellata e scomparsa, non si sa dov’è, sempre nell’indifferenza generale!…ho scritto due biografie e girato quattro film su De Sica, di cui uno acquistato da una ventina di TV interregionali (ho tutte le fatture); ho istituito il DE SICA AWARD e prodotto una mostra fotografica su de Sica nel 110° anniversario della nascita, sempre nell’indifferenza generale… e la cosiddetta Sora, che si accalora tanto per un proiettore, allora dov’era?

_LUK3639_a copia 3

Sono oltre QUATTRO ANNI, che cerco disperatamente di aprire un Museo dedicato a Antonio Valente, un genio assoluto del cinema e del teatro (ho tanto materiale ed opere lasciatemi dalla vedova), e sempre nell’indifferenza generale!

Una piccola nota: furono convocate due conferenze stampa, una per l’istituzione del Museo Valente e una per La Via della Pizza: a quella di Valente c’erano quattro persone, a quella della pizza oltre cento!

Caro Direttore, ho paura che qualcuno, ovvero una certa Sora, fa demagogia a buon mercato o più semplicemente scambia le lucciole per le lanterne! Cordialmente

Antonio Mantova

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
CLICCA QUI E RISPONDI AL SONDAGGIO
Menu
Ciociaria24