19 febbraio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 675 VOLTE

Città di Marino vs Sora 0-0

Un grande Sora porta a casa un insperato, ma assolutamente meritato, punto da una trasferta che alla vigilia poteva presentarsi come proibitiva. Formazione quasi obbligata per Gigi Castiello che in casa della vice capolista Marino deve in parte rivoluzionare il suo assetto. Agli infortunati Fanka, Campione, Brisciana, Sibilia e alla squalifica di Lisi si aggiunge all’ultimo anche la defezione di De Robertis, ottimamente sostituito in porta da Andrea Giordani, all’esordio in campionato con la maglia del Sora.

I bianconeri si presentano dunque in campo con Giordani tra i pali, Petroni (una lieta conferma) sulla sinistra, Scuoch sulla destra e coppia centrale difensiva composta da un titanico Bellucci, in campo grazie solo ad una infiltrazione antidolorifica, e Baylon. Linea di centrocampo composta da Molinaro, Giannone, Cardazzi e Franchini con Di Pietro punta centrale assistito da un sempre più convincente Parasmo. La gara iniziava come era da prevedersi con il Marino a spingere decisamente sull’accelleratore e il Sora a difendersi con ordine e disciplina tattica non disdegnando delle rapide ripartenze. Al decimo secondo di gioco la prima palla gol per i padroni di casa con Fanasca che batteva a rete dopo una rapida triangolazione ma con uno strepitoso Giordani e negare la via del gol. L’estremo difensore sorano si ripeteva anche qualche minuto più tardi sempre su Angelilli, il migliore in assoluto in campo dei suoi. Il Sora si difende comunque bene e non disdegna ogni tanto una sortita in avanti. Parasmo ha la palla buona in acrobazia verso la mezz’ora, ma il suo colpo ad effetto, spalle alla porta, purtroppo non gli riesce. Secondo tempo sulla falsariga del primo. Il Marino ha un ottimo inizio e il Sora si difende bene. Tre le azioni salienti da segnalare nella seconda frazione di gioco. La rete annullata al Marino a Miani che ribadiva in rete una respinta di Giordani dopo un tiro da fuori area di Angelilli (segnalinee con la bandierina comunque alzata ben prima del tiro del n° 18 di casa) e la rete annullata a Di Pietro su un calcio di punizione battuto da Giannone. Davvero questione di pochi centimetri l’eventuale fuorigioco del numero 10 sorano apparso ai più invece in posizione regolare al momento del calcio di punizione di Giannone. Praticamente al 90° una azione da flipper in area sorana con il pallone che finiva dopo vari batti a ribatti sui piedi degli avanti castellani che a turno trovavano prima la prodezza di Giordani e poi il salvataggio stoico di Scuoch quasi sulla linea. La gara finiva con 4 minuti di recupero e per il Sora arrivava il secondo punto del 2012 che porta i bianconeri momentaneamente a quota 29. In attesa di conoscere l’esito del ricorso contro il Salerno e alla vigilia dell’incontro casalingo che dovrà essere disputato (a porte chiuse) contro il Palestrina. A proposito di questa gara c’è da dire che il terreno del Tomei è ancora innevato e allo stato attuale delle cose non si sà se la gara verrà ancora rinviata o se verrà disputata in campo neutro dato che difficilmente il terreno di gioco sarà sgombro dalla neve prima del 22.

Un ultima considerazione sulla prova della squadra. La prestazione di tutti gli elementi mandati in campo da Castiello è stata davvero positiva. Su tutti ci piace segnalare la prestazione di Bellucci, sceso in campo nonostante una infiammazione all’inguine non gli permetta di potersi allenare in tranquillità. Ma l’assenza di Lisi constringe il leone bianconero agli straordinari e nonostante tutto dalle sue parti non passa nessuno. A fine gara bella la sua corsa verso i sostenitori bianconeri con la sua mano a battere sul petto. AL CUORE BIANCONERO NON SI COMANDA!

Città di Marino: Manfredonia, Corsini, Belfiore, Kalambay, Troise, Paolacci, Amendola, Capolei (24’ st Miani), Pippi, Fanasca (34’ st Quadrini), Angelilli. A disp.: Ippolito, Ciaramelletti, Gentili, De Cristofaro, Simeoli. All.: De Angelis-Rinaldi.

Sora: Giordani, Scuoch, Petroni, Baylon, Bellucci, Giannone, Franchini, Molinaro, Cardazzi, Di Pietro (42’ st Cardillo), Parasmo. A disp.: Pelle Ang., Marozzi, Simoncelli, Matrundola, Pelle Ant., Berardi. All.: Castiello.

Arbitro: Dionisi di L’Aquila (Oliviero di Ercolano e Speranza di Napoli).
Note: Ammoniti: Manfredonia (M), Kalambay (M), Pippi (M), Petroni (S), Bellucci (S), Molinaro (S), Cardazzi (S). Calci d’angolo: 7-3 per il Città di Marino. Recupero: pt 2’; st 4’.

Commenti

wpDiscuz
Menu