giovedì 7 luglio 2011 redazione@sora24.it

CODICI sul taglio dei fondi sulle rendicontazioni effettuate dalle Associazioni antiusura

Apprendiamo dell’interrogazione alla Presidente Polverini e all’Assessore Cangemi presentata dal Capogruppo di Alleanza per l’Italia in Consiglio Regionale, Mario Mei. Il contenuto dell’interrogazione fa riferimento al taglio dei fondi sulle rendicontazioni effettuate dalle Associazioni antiusura e allo stanziamento di 200 mila euro per una campagna informativa regionale.

“Il quadro delineato lascia adito a pochi dubbi: evidente è il depauperamento delle iniziative, attraverso il taglio di fondi pubblici destinati al sostegno delle associazioni antiusura e l’investimento delle risorse pubbliche in iniziative senza “capo né coda”- commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici.
“Nella Capitale il livello di criminalità raggiunto è allarmante – prosegue Giacomelli – La guerra tra bande per il controllo dei territori, il recente arresto per truffa ed usura di Nicoletti, l’ex cassiere della banda della Magliana, spiegano chiaramente il clima grave in cui vivono i cittadini romani. Da qui la necessità di intervenire con attività che di fatto contrastano il fenomeno e non sostenendo iniziative senza contenuto”.
“Di fatto, con i tagli, sono stati indeboliti gli strumenti, che sono le Associazioni, di lotta all’usura, privilegiando una campagna fatta di pubblicità e senza sostanza. L’Assessore Cangemi, riferendosi alla lotta alla criminalità e all’usura, non sa di cosa parla, tant’è che preferisce finanziare progetti come i Paper Rangers piuttosto che aiutare chi da anni combatte al fianco dei cittadini”.
La ciliegina sulla torta è stata la presentazione ad alcune Associazioni di una legge antiusura che presenta vari punti critici. Per esempio è richiesto l’obbligo agli enti iscritti nell’apposito albo regionale “(…)di divulgare anche a mezzo stampa tutte le attività poste in essere dalla Regione Lazio in materia di prevenzione e contrasto del fenomeno usura (…) pena decadenza dei benefici della presente legge”.

“Un sistema dell’antiusura gravemente in ritardo se non addirittura contrapposto alle esigenze di lotta – conclude Giacomelli – Continueremo a denunciare queste carenze invitando chi di dovere, in particolare l’Assessorato regionale competente, ad istituire iniziative lungimiranti che abbiano un elevato peso specifico nella lotta alla criminalità e all’usura”.

Comunicato stampa di CODICI

Commenti

wpDiscuz
Menu