1 novembre 2011 redazione@sora24.it
LETTO 635 VOLTE

Con il progetto “Comenius”: Le classi quinte della Scuola Primaria “Achille Lauri” a Kielce nell’ arcidiocesi di Papa Woytila

Tutto il 3° Circolo Didattico di Sora, diretto dalla dott.ssa Orietta Palombo, continua il proprio viaggio europeo. E l’ha incontrata veramente l’Europa; quella vera, del futuro, quella “dei bambini”. Sono infatti da poco rientrati a Sora da Kielce, in Polonia, nella Diocesi dove è stato arcivescovo  Giovanni Paolo II gli otto alunni, rigorosamente estratti a sorte, frequentanti le classi quinte, sezioni “A, B e C” della Scuola Primaria “A. Lauri”. Sono: Matteo Carrafelli, Mathias Tatangelo, Elisabetta De Sanctis, Simone Lucarelli, Mattia Ascione, Adriano Ferri, Roberta Gargano  e Gaia Perruzza. Durante il viaggio sono  stati accompagnati dalle premure  delle loro   docenti: Maria Gabriella Di Pede, Marina Folcarelli, Beatrice Morelli e  la coordinatrice dell’iniziativa, Maria Maddalena Barone. Insieme hanno partecipato   al quarto incontro del progetto “Eurogames”, nell’ambito del rinnovato  partenariato  del “Comenius”. Il  percorso educativo è stato autorizzato dall’Agenzia Nazionale “Lifelong Learning Programme” e si protrarrà fino a tutto il prossimo 2012. Hanno aderito all’importante esperienza culturale,  le seguenti Istituzioni Scolastiche Europee:

 

  • Vrije Basisschool De Tweesprong – Handzame – Belgio;
  • Szokola Podstawowa nr 33 im I.J. Padeerewskiego w Kielcach – Kielce- Polonia;
  • Gorsemoor Primary School – Cannock – Inghilterra – Regno Unito;
  • St Gregory Catholic Primary School – Northampton – Inghilterra – Regno Unito
  • Thesio Nipiagogeio Drepanou – Patrasso – Grecia;
  • Scuola Primaria “Achille Lauri” – 3° Circolo Didattico di Sora  – Italia.

Lo scopo principale del qualificato partenariato del  “Comenius”, si propone di approfondire la conoscenza della nostra e delle altre culture, delle  lingue e delle tradizioni europee, attraverso “i giochi”. Il progetto prevede, inoltre, il rafforzamento ed il consolidamento dello spirito di cittadinanza  europea,  oltre l’acquisizione di una mentalità maggiormente aperta e disponibile alla cooperazione ed alla solidarietà. Così nella scuola della città polacca di Kielce  è continuato direttamente e proficuamente lo studio e  l’approccio sulle tradizioni riguardanti i giochi, vecchi e nuovi, sugli stili di vita dei vari Paesi europei  coinvolti, sulla ricerca di sviluppare nei bambini dei “sei poli” la coscienza della propria identità culturale. Un modo questo, di sentirsi protagonisti di un’Europa  soprattutto “animata dalle nuove generazioni” ricche di valori, anche in questo momento di  affannosa e difficile   crisi. L’accoglienza  in Polonia, al gruppo sorano e agli altri “partners”, è stata molto calorosa,  con momenti di studio e di conoscenza del territorio locale, con  le visite al monastero della Santa Croce, alle grotte del Paradiso ed al villaggio medioevale. Molto interessante ed emozionante è stata infine la visita alla città di Cracovia, nei luoghi dove Giovanni Paolo II, l’indimenticabile Karol Woytila, fu  arcivescovo. Il nuovo incontro si svolgerà nel prossimo mese di marzo a “Cannock”, nelle vicinanze di Birmingham, in Gran Bretagna. Altri otto bambini da Sora, con quattro insegnanti, attraverseranno La Manica per vivere questa entusiasmante esperienza di ampio respiro culturale e densa di momenti educativi qualificanti. L’incontro conclusivo del “partenariato” si svolgerà proprio  a Sora, in piena primavera. Qui da noi, lungo le rive del Liri, nel mese di maggio, i piccoli  ospiti europei, con i loro maestri, provenienti da Polonia, Belgio, Regno Unito e Grecia, conosceranno il nostro territorio  e le nostre tradizioni, all’insegna del “gioco”. Sora, anche in questa occasione, saprà “giocarsi” tutto e, logicamente,  farsi onore.

 

Gianni Fabrizio

 

Commenti

wpDiscuz
Menu