venerdì 4 settembre 2015 redazione@sora24.it

Conte sostituito con Savona? Tutte le opzioni del PD per risolvere l’ennesima crisi amministrativa

L'ultimo consiglio comunale ha acceso gli animi della politica sorana, già caldi in vista delle comunali del 2016. Si torna a parlare del caso dell'assessore Conte che, prima di abbandonare la massima assise cittadina, avrebbe apostrofato la sua stessa maggioranza con la frase "Mi fate schifo".

Scrive oggi Ciro Altobelli sul quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi: “Conte in standby, approvazione del bilancio con ipotesi di ricorso al Tar da parte dell’opposizione. C’è attesa per le decisioni in merito all’inatteso episodio dell’ultimo consiglio comunale, quando l’assessore Conte ha abbandonato l’assise dopo un diverbio con il presidente Salvatore Meglio, per non aver avuto la possibilità di intervenire su una tematica in cui si sentiva chiamato in causa.

Le indiscrezioni che arrivano dalle stanze di Corso Volsci parlano di attesa di imminenti dimissioni dell’ex tecnico comunale, nominato assessore all’urbanistica nove mesi fa, in quota Pd, su indicazione e con il sostegno del consigliere Enzo Petricca. Se non dovessero arrivare nelle prossime ore, rimane l’ipotesi anche della revoca del mandato fiduciario. Ma nel palazzo comunale si va delineando sempre di più la linea di attesa. «Sono questioni interne al partito che quindi deciderà con i propri organismi il da farsi, io ho un accordo programmatico che intendo rispettare con il Partito Democratico, aspetto le loro decisioni» ha dichiarato in proposito il sindaco Tersigni.

La palla passa quindi proprio a Petricca, il suo gruppo e il resto della dirigenza Pd che decideranno della sorte di Conte. La terza via, quella ipotizzata ieri, di una riconciliazione dopo scuse ufficiali, si fa sempre più difficile, alla luce del tempo che è trascorso senza il chiarimento necessario. Il silenzio assordante arrivato finora dal partito, il Pd che aveva indicato e dovrebbe sostenere il “suo” assessore, non è ad ogni modo un buon segno. Già la mancata difesa di Petricca in consiglio dopo l’episodio, era sembrato a tanti un modo di schierarsi e non certo a favore di Conte. Novità dal Pd dovrebbero esserci quindi da un momento all’altro.

Dimissioni o sfiducia, sarebbe comunque uno scossone non da poco, a pochi mesi dalle elezioni, per l’amministrazione comunale. Attutibile, però, se si arrivasse ad un accordo “bonario” con la sostituzione in corsa di Conte con un nuovo nome, magari uno di esperienza come Pasqualino Savona, ex assessore comunale e provinciale, per continuare l’alleanza ed arrivare alle elezioni con un’intesa dalle basi solide.

Intanto, sul fronte dell’opposizione annunciano battaglia sull’approvazione del bilancio ritenuta illegittima così come evidenziato nell’assise e ribadito ieri dall’esponente di minoranza Giacomo Iula per la mancata approvazione, in giunta, dello schema di bilancio prima della scadenza di fine luglio. Motivo per cui, nonostante le rassicurazioni del segretario comunale, sarà interessato il Prefetto. L’altra contestazione riguarda invece la modifica alla tariffa del servizio di trasporto scolastico approvata, con delibera di giunta, lo scorso 8 agosto. Una data che la minoranza ritiene infici l’intero impianto del bilancio, proprio perché si è modificato un elemento ritenuto fondamentale dopo la scadenza fissata. Per questo si sta già approntando il ricorso al Tar”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App