8 febbraio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 2.363 VOLTE

Cosa fare in caso di neve (di Davide Iafrate)

Venerdì 10 e sabato 11 febbraio è prevista una precipitazione nevosa “fotocopia” di quella di venerdì scorso, quindi tutti avremo la nostra parte di lavoro da svolgere, oltre ai comuni, noi cittadini dobbiamo collaborare. Ecco cosa devono fare i proprietari d’immobili e negozianti per rendere le strade più sicure per tutti quando nevica e gela:

  • Tenere sgomberato dalla neve il marciapiede o, se manca il marciapiede, uno spazio di un paio di metri davanti casa, proprietà o negozio.
  • Raccogliere la neve lungo il bordo del marciapiede. Attenzione la neve non deve invadere la strada né ostruire scarichi e pozzetti stradali!
  • Rimuovere la neve da tetti spioventi, cornicioni, balconi e alberi. Se si è formato il ghiaccio, rompere i ghiaccioli pendenti.
  • Spargere sui marciapiedi davanti casa, proprietà o negozio sale, segatura, sabbia o altro materiale che impedisca ai passanti di scivolare. Attenzione: non gettate acqua o liquidi che possono congelare!
  • Anche i titolari di autorizzazioni di occupazioni di suolo pubblico rilasciate dal comune hanno l’obbligo di mantenere pulito dalla neve il tratto di suolo pubblico da loro occupato.
  • Agire il più in fretta possibile e comunque di non lasciare passare più di 12 ore dall’inizio della nevicata.

Agli automobilisti, consiglio di leggere il seguente vademecum, per ridurre al massimo i disagi:

PRECAUZIONI

  • Viaggiare con catene al seguito, anche con pneumatici termici, specie se si frequentano zone caratterizzate dalla presenza di rilievi;
  • Ripassare la modalità di montaggio delle catene provando a montarle per impratichirsi, controllando di avere in dotazione il tipo adatto alla misura dei propri pneumatici, procurarsi un paio di guanti da lavoro ed una pala da riporre nel bagagliaio dell’auto, perché in caso di forte nevicata è necessario spalare la neve per ripartire e per montare le catene;
  • Approvvigionare per tempo e tenere disponibile un’adeguata ed idonea scorta di sale da utilizzare per la viabilità privata, anche pedonale e per gli eventuali marciapiedi esterni (il sale grosso è usualmente acquistabile nelle sedi dei consorzi agrari in confezioni da 10 e 25 kg);
  • Avere disponibile in ogni stabile, oltre al sale, almeno un badile o una pala da neve;
  • Tenersi informati sulle previsioni del tempo.

CONSIGLI GENERALI
In caso di previsione o di effettiva precipitazione a carattere nevoso:

  • Limitare o differire, per quanto possibile, gli spostamenti con veicoli;
  • Preferire, per quanto possibile, l’utilizzo dei mezzi pubblici a quello delle auto private e, tra queste preferire quelle con trazione anteriore;
  • Non utilizzare veicoli a 2 ruote;
  • Indossare abiti e soprattutto calzature idonee alla situazione ed all’eventualità di sostenere spostamenti a piedi;
  • Non aspettare a montare le catene da neve quando si è già in difficoltà ed evitare di proseguire il viaggio se non si ha un minimo di pratica di guida sulla neve o non si ha il corretto equipaggiamento;
  • Non abbandonare l’auto in condizioni che possono costituire impedimento alla normale circolazione degli altri veicoli, ed in particolare dei mezzi operativi e di soccorso;
  • Aiutare le persone in difficoltà e non esitare a richiedere aiuto in caso di necessità;
  • Tenersi informati sulla viabilità attraverso gli organi d’informazione radiotelevisivi e la lettura dei pannelli informativi a messaggio variabile presenti sulle vie principali;
  • Segnalare agli Enti gestori della viabilità o ai numeri territoriali per le emergenze, la presenza di eventuali situazioni che necessitano l’invio di soccorsi.

OBBLIGHI
In caso di nevicate con persistenza di neve al suolo ed al fine di tutelare l’incolumità dei pedoni, i regolamenti comunali di polizia urbana obbligano i cittadini a:

  • Rimuovere la neve dai marciapiedi, avendo cura di non buttarla sulla carreggiata stradale;
  • Pulire la cunetta stradale e liberare eventuali caditoie o tombini per agevolare il deflusso delle acque di fusione;
  • Spargere un adeguato quantitativo di sale sulle aree sgombrate, se si prevedono condizioni di gelo;
  • Aprire varchi in corrispondenza di attraversamenti pedonali ed incroci stradali su tutto il fronte dello stabile;
  • Abbattere eventuali festoni o lame di neve e ghiaccio pendenti dai cornicioni o gronde;
  • Rimuovere le autovetture parcheggiate a filo strada per permettere di liberare le carreggiate.

MODALITA’ CORRETTA PER L’UTILIZZO DEL SALE
E’ utile sapere che il sale può essere usato per intervenire su formazioni di ghiaccio di limitato spessore. E’ consigliabile, quindi, intervenire preventivamente con salature ove ci siano preavvisi di formazione di ghiaccio tenendo presente che il sale non produce effetti in presenza di eccessivi spessori di ghiaccio e/o in presenza di temperature troppo rigide, oltre i -10.
In caso di forti nevicate in atto, togliere prima, quasi completamente, la neve e spargere il sale sul ghiaccio rimasto. Il quantitativo di sale deve essere proporzionale allo spessore di ghiaccio o neve da sciogliere: esempio con un Kg di sale si possono trattare 20 metri quadrati di superficie. Quantità superiori potrebbero danneggiare le pavimentazioni. Non usare acqua per eliminare cumuli di neve e ghiaccio soprattutto se su di essi è stato precedentemente sparso il sale.

PROTEGGERE LA PROPRIA RETE IDRICA
Per la protezione della propria rete idrica da possibili ghiacciate evitare di lasciare chiusi i rubinetti per lunghi periodi o lasciare scorrere un filo d’acqua da un rubinetto.
Proteggere il proprio contatore da possibili ghiacciate, utilizzando materiali isolanti.

CONSIGLI PER LA GUIDA
Controllare che il liquido nel radiatore abbia sufficiente antigelo. Se si intende viaggiare frequentemente su strade innevate è opportuno sostituire i pneumatici tradizionali con quelli specifici per la neve, che hanno mescole più adatte al freddo e disegni capaci di assicurare una migliore aderenza. Le catene da neve devono comunque essere sempre pronte all’uso, perché in presenza di neve abbondante i pneumatici invernali potrebbero non essere sufficienti. Le catene vanno impiegate solo sulle strade coperte di neve, altrimenti si corre il rischio di danneggiare l’auto e a compromettere la sicurezza di guida.
I consigli sulla guida in condizioni di strada bagnata o innevata partono tutti dal principio che l’auto, in tali casi, presenta una ridotta aderenza, sia in frenata che in curva. Inoltre la neve accumulata sul tetto può scivolare sul parabrezza mentre si effettua una frenata, compromettendo la visibilità. Se possibile, meglio eliminarla prima di partire. Anche le formazioni di ghiaccio sul parabrezza vanno eliminate, o con un antigelo o con un raschietto apposito. La partenza va fatta in modo molto morbido, per evitare il pattinamento delle ruote. Chi ha il cambio automatico dovrà inserire la modalità di guida invernale. Quando le condizioni sono opportune e non compromettono la sicurezza, conviene testare la frenata, per verificare la risposta del fondo stradale e gli spazi necessari, in modo da tenere la più adeguata distanza di sicurezza. In generale la guida dovrà essere priva di scatti e quanto più fluida possibile, sia in frenata che in accelerazione e in curva.
Prima di affrontare le curve, riducete la velocità, facendo attenzione a rallentare in rettilineo. Per affrontare la curva, l’azione sul volante deve essere dolce e costante, per evitare che il pneumatico perda contatto e non risponda più. In curva, mantenete una velocità bassa e regolare, per evitare di squilibrare la vettura. Se l’anteriore non ha più direzionalità, occorre ritrovare l’aderenza. A tal fine, riducete la velocità sollevando il piede dall’acceleratore: se necessario, premete leggermente il pedale del freno senza bloccare le ruote. Se la vettura slitta al retrotreno (trazione anteriore), accelerate per ristabilire l’equilibrio. Non frenate in nessun caso perché aumenterebbe lo squilibrio al retrotreno.

Commenti

wpDiscuz
Menu