20 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 875 VOLTE

COTRAL, situazione allarmante: Giovanni Libanori (CdA) pronto a dimissioni.

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa inviata da Morena Mancinelli (Cotral SpA).

La situazione di profondo stallo in cui versa Cotral sta raggiungendo livelli allarmanti giacché gli obiettivi previsti dal piano industriale non vengono tradotti in nulla di concreto. Ciò è dovuto soprattutto all’immobilismo del management, nominato dalla ex giunta regionale di centrosinistra, che si sta rivelando incapace di guidare e governare il cambiamento. Nonostante i ripetuti appelli, l’Amministratore Delegato non è stato in grado, non solo di portare a termine, ma neanche di avviare l’iter per il raggiungimento degli obiettivi, concordati con il Cda e illustrati alla Commissione Mobilità della Regione Lazio nel luglio scorso. Tali obiettivi prevedevano prettamente l’approvazione del piano industriale ed il rinnovo del management, prerequisiti per governare efficientemente l’azienda.

La linea politica che rappresento in seno all’Azienda, che si è sempre posta a guida del cambiamento, si è continuamente scontrata con le resistenze degli altri attori in campo preoccupati più di mantenere lo status quo che di procedere ad un reale efficientamento dell’azienda, oggi più che mai necessario alla luce dell’attuale congiuntura economica. L’azienda, inoltre, non può continuare ad essere ostaggio di organizzazioni sindacali la cui linea di azione è solo quella dell’opposizione pretestuosa, a danno in primis dei lavoratori, nei confronti di qualunque tipo di proposta avanzata.

Essendo io un componente del Cda di questa Azienda nominato dalla Regione Lazio, chiedo un incontro urgente con la Presidente, Renata Polverini, al fine di discutere la situazione della Compagnia in un’ottica di risoluzione delle criticità. Qualora non dovessi ravvisare concreti e tangibili segnali di cambiamento atti a salvaguardare l’azienda e i livelli occupazionali, sono pronto anche a dimettermi e annuncio fin da ora che dai prossimi Cda voterò secondo coscienza. I cittadini non possono perdonarci di rimanere immobili di fronte all’immobilismo e di restare in attesa di soluzioni inapplicate, o peggio, inapplicabili. E’ quanto dichiara in una nota Giovanni Libanori, Consigliere di Amministrazione della Cotral S.p.A

Commenti

wpDiscuz
Menu