7 dicembre 2011 redazione@sora24.it
LETTO 550 VOLTE

Criminalità: dal Codici un plauso alle forze dell’ordine

Frosinone, a due passi dalla Campania, è il luogo privilegiato della mala che trova sempre più spesso in questo territorio un luogo in cui rifugiarsi e agire. L’operazione di queste ore “Il principe e la scheda ballerina” ha confermato per l’ennesima volta la forte presenza di cosche criminali ed infiltrazioni nel tessuto economico e politico del territorio. “Per questo rivolgiamo un plauso alle Forze dell’Ordine – commenta Luigi Gabriele, Segretario provinciale Codici Frosinone – impegnate come sono a fronteggiare l’emergenza criminalità”.

Frosinone, infatti, rappresenta una zona ad alta densità criminale, nota è infatti l’attività della Camorra nella attività commerciali e imprenditoriali della provincia. In particolare, secondo un recente rapporto dell’Osservatorio tecnico Scientifico per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio, nella Provincia di Frosinone sono presenti diversi clan appartenenti a tre diversi ceppi criminali: ‘Ndrangheta, Camorra, e Sacra Corona Unita. Più precisamente la ‘Ndrina Avignone –Zagari – Viola per la ‘Ndrangheta; il clan La Torre – Clan dei Casalesi, l’ex clan Alfieri, il clan Tolomelli appartenenti alla Camorra ed il clan Trane per la Sacra Corona Unita. L’usura è decisamente uno dei business più fiorenti per la criminalità, complice anche la crisi economica/lavorativa. Un recente studio condotto dal CNEL  – Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro – colloca Frosinone e Provincia al 32^ posto per i reati di usura effettivamente denunciati. Inoltre Frosinone risulta possedere un punteggio “rischio usura” medio-alto rispetto alla media nazionale ed è inoltre la Provincia con il più alto valore di indice economico- finanziario di rischio usura del Centro Italia, insieme a Latina, Roma, Pistoia, Lucca, L’Aquila e Terni. “Ribadiamo l’importanza delle operazioni e delle attività delle Forze dell’Ordine sul territorio – conclude Gabriele – ma è importante anche il sostegno dei cittadini. Invitiamo a denunciare e ad abbattere finalmente il muro dell’omertà rivolgendosi direttamente alle Forze dell’Ordine o, anche, ai nostri sportelli presenti sul territorio. La segnalazione sarà coperta dall’anonimato”.

SPORTELLO SORA (Fr)
Lunedì: 11:00-13:00 e 15:15:17:15;
 martedì: 10:00-13:00; giovedì: 11:00-13:00 e 15:15-17:15 (consulenza legale); venerdì: 11:00-13:00
E- mail: sportello.sora@codici.org; telefono: 0776/828315. Corso Volsci, 1 presso la sede comunale di Palazzo Venezia. 

SPORTELLO CASTELLIRI (Fr)
Lunedì 9.00 – 14.00; 
martedì 15.00 – 17.00 Consulenza Legale; mercoledì 9.00 – 14.00; giovedì 9.00 – 13.30.
E-mail: sportello.castelliri@codici.org; telefono 0776.807350
Via Torino, 19 c/o sede del Comune di Castelliri.

Commenti

wpDiscuz
Menu