30 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 191 VOLTE

CRISI: INTESA AL VERTICE UE SU PACCHETTO CRESCITA E MISURE ANTI-SPREAD

ROMA (ITALPRESS) – Trattativa lunga e serrata al Consiglio Europeo, ma nella notte e’ arrivato l’accordo tra i capi di Stato e di Governo, e tra i punti dell’intesa ci sono delle misure per limitare la salita degli spread dei Paesi virtuosi, come chiesto da Italia e Spagna.
“Abbiamo raggiunto un accordo su tre elementi”, ha spiegato il premier italiano Mario Monti ai giornalisti della carta stampata e delle televisioni. Nel dettaglio si tratta di “un patto per la crescita, di un piano di lavoro per il futuro dell’euro e di misure a breve per la stabilizzazione della zona euro”. Su quest’ultimo punto il presidente del Consiglio ha sottolineato che arriveranno “meccanismi di stabilizzazione dei mercati per gli Stati membri che rispettano i vincoli del Patto di Stabilita’”.
“Sono soddisfatto e grato e ringrazio i membri del mio governo e di tutta la squadra per l’impulso che abbiamo dato agendo a Bruxelles e in molti incontri”, ha poi detto il premier nella conferenza stampa dopo il vertice, spiegando che “il pacchetto adottato dal vertice comporta impegni per un valore globale di 120 miliardi di euro, ovvero dell’1% del Pil della Ue”. “In questi due giorni la Ue ha fatto importanti passi avanti – ha sottolineato Monti -. Passi avanti in un modo che corrispondono molto a quelli che l’Italia sostiene: si e’ adottato un patto per la crescita e l’occupazione che contiene importanti misure sia a livello nazionale che europeo”.
Inoltre “è stato chiarito un piccolo equivoco: non ci sara’ la Troika per le procedure ‘salvastati’. Non ci sara’ quella pesantezza e cessione di sovranita’, ma solo l’applicazione di un memorandum of understanding”.
Quello di ieri e oggi “e’ stato un Consiglio europeo di successo che e’ servito a stabilizzare i mercati finanziari. Un successo su tutti i fronti”, ha sottolineato dal canto suo la cancelliera tedesca Angela Merkel, mentre di “svolta” ha parlato il presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy, anche per le decisioni prese sulla capitalizzazione delle banche. Per Josè Manuel Barroso, presidente della Commissione Europea, “sono state prese decisioni importanti per il futuro dell’unione monetaria, con misure di stabilizzazione a breve termine. Sono decisioni ambiziose in linea con l’irreversibilita’ dell’euro”.
Le Borse festeggiano l’accordo. A Piazza Affari chiusura in fortissimo rialzo. L’indice Ftse Mib sale del 6,59% a 14.274 punti, mentre l’Ftse Italia All-Share guadagna il 6% a quota 15.185. L’indice Ftse Italia Star fa segnare +1,76% a 9.919 punti.
A guidare i rialzi sono i titoli bancari, e in particolare Unicredit (+14,26%), Intesa Sanpaolo (+11,58%), Banco Popolare (+11,31%), Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+10,45%) e Banca Popolare di Milano (+9,55%).

Fonte: www.italpress.com

Commenti

wpDiscuz
Menu