6 marzo 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.530 VOLTE

Cul-de-sac: Tersigni prigioniero di se stesso (di Marco Tari Capone)

Da uomo forte, senza macchia e senza paura, il Sindaco Tersigni non ha accettato ricatti e ha denunciato pubblicamente nell’ultimo consiglio comunale gli stessi uomini della sua maggioranza, rei di aver tramato nell’ombra. L’occasione del voto per l’elezione del CdA di Ambiente SpA è stata forse solo un pretesto, poiché in futuro una presa di posizione si sarebbe comunque resa necessaria per non dover scendere a compromessi.

Adesso il suo coraggio sembra esserglisi ritorto contro e, a parte l’ipotesi di elezioni anticipate o un ritorno con la coda tra le gambe dei tre dissidenti, si ritrova nel classico cul-de-sac. Alcuni diranno che i panni sporchi sarebbe stato meglio lavarli in casa, ma non è stato così. Adesso qualunque diversa alternativa alle suddette avrebbe il sapore della sconfitta. Adesso è diventato più che mai necessario, con la stessa forza e lo stesso coraggio, spiegare ai cittadini quale sarà il futuro di questa maggioranza. Quale sarà il futuro del suo Programma per Sora.

Marco Tari Capone – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu