7 marzo 2014 redazione@sora24.it
LETTO 870 VOLTE

Davide Capobianco: “Ad otto giorni esatti dal mio appello mi rattrista vedere che nulla è cambiato”

«Cari sorani, ad otto giorni esatti dal mio appello mi rattrista vedere che nulla è cambiato, né in voi né nei “piani alti”. Dei secondi non mi sorprendo perché se noi non li spingiamo a cambiare loro continuano a fare ciò che hanno sempre fatto, nulla per noi!

In questi giorni ho riflettuto molto e, ad un certo punto, stavo pensando di mollare. Poi, però, mi sono reso conto che non era giusto mollare e non mollerò MAI. C’è molta gente che come me vuole cambiare, ma ha paura di esporsi per vari motivi o non ha le forze per farlo. Io continuerò a lottare anche per loro e soprattutto per noi giovani (i vostri figli) e per i nostri figli (i vostri nipoti!) che non hanno fatto nulla di male per questo mondo, e che si ritrovano a dover combattere contro un brutto destino di cui non sono stati gli artefici.

Non è giusto che io, noi e i nostri figli dobbiamo vivere in un mondo inquinato e corrotto che non abbiamo creato noi! Non è giusto che noi non possiamo essere artefici del nostro destino. Non è giusto che noi dobbiamo soffrire e morire precocemente per lo schifo che voi avete creato! La situazione sta degenerando e voi, mi rivolgo solo ai politici ora (se così si possono chiamare!), state ancora con le mani in mano. A questo punto o vi fate da parte o iniziate a fare i nostri interessi, gli interessi della collettività! State facendo solo tante chiacchiere e pochi fatti! Voglio anche aggiungere che visto che paghiamo le imposte al Comune (molto alte tra l’altro) è un nostro diritto avere in cambio dei servizi, quindi non comportatevi come se ci steste donato la luna. State semplicemente utilizzando soldi nostri per soddisfare bisogni nostri (strade, marciapiedi o campi calcio-rugby).

Comunque, contrariamente a quanto mi era stato riferito dal Sig. Sindaco venerdì 28 Febbraio, son passati ben quattro giorni dall’invio di una mia e-mail con la quale chiedevo il fine dell’acquisto di un’autovettura di € 22.000 da parte del comune. Ad ora nessuna risposta mi è ancora pervenuta! Inoltre, nello stesso incontro, mi era stato assicurato che sarebbero state prese immediate misure (ordinanze) per contrastare l’allarme inquinamento. Ad una settimana dall’incontro ancora nulla! Ne approfitto per chiedere al Sig. Sindaco se fosse possibile sapere anche il resoconto dell’incontro di mercoledì 5 con i dirigenti della Burgo.

Volevo ricordare al Signor Iacovissi che portare avanti una lotta tra “poveri” è inutile, fa solo vincere i “ricchi”, sempre che lui sia dalla parte dei “poveri”, a me sta nascendo più di qualche dubbio. Colgo l’occasione per ringraziare la N.B. Sora 2000 per l’invito al match di Domenica 9 alle 18:00, match a cui andrò senza secondo fine! Volevo soprattutto esprimere la mia gioia nel sapere che anche il mondo dello sport, in particolare la N.B. Sora 2000, ha recepito e condiviso il mio appello di collaborazione. Sono sicuro che la loro vicinanza ed il loro gesto darà ancora più forza al mio messaggio.»

Davide Capobianco

Commenti

wpDiscuz
Menu