13 settembre 2017 redazione@sora24.it
LETTO 2.082 VOLTE

Davide nostro, quanto sei bello!

Debutto da sogno ieri sera per il difensore sorano sul prestigioso prato di Stamford Bridge

Non sembra vero a noi, figuriamoci a lui! Una rete da sogno nel debutto in Champions League con la maglia del Chelsea, la corsa verso le braccia dei tifosi di Stamford Bridge: la stagione di Davide Zappacosta si è aperta nel migliore dei modi. Chissà cosa staranno pensando adesso a Torino, ma anche nelle sedi degli altri “top club” italiani. Difficilmente i vari Agnelli, Berlusconi, Moratti, Sensi e via dicendo, si sarebbero lasciati scappare un giocatore così importante, un terzino destro che vede benissimo la porta e gonfia spesso la rete, merce rara nel mondo del pallone!

Nel momento più buio del calcio italiano, con i tifosi costretti a consumare le videocassette con i goal di Baggio, gli anticipi di Baresi e le finte di Donadoni per poter vedere un po’ di scuola italiana, uno dei pochissimi talenti veri, per quel che riguarda la fase difensiva, è stato completamente ignorato dalle “grandi” della Serie A prima di approdare ai blues di Londra, dove ha dimostrato subito di che pasta è fatto. E badate bene, non si tratta di una questione di soldi, perché a quelle cifre i “top club” italiani comprano strepitosi scaldabagni. Di cosa si tratta allora? Mistero della fede…

Al di là del goal di ieri sera, Davide è un ragazzo serio e maturo nonostante i suoi 25 anni, chi mastica pallone lo nota subito. Per rendere meglio l’idea: Davide è uno di quei giocatori a cui si può affidare tranquillamente la fascia di capitano, perché è un professionista completo. Davvero si stenta a credere che in Italia non abbia trovato lo spazio che merita. Fortunatamente, però, Conte lo ha “salvato” portandolo a Londra.

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati

A sora non c’è nato solo giuda ma anche Davide.

Complimenti e……bravissimo

Chi disprezza compra!! Alla faccia delle big di serie A

Orgoglio sorano

wpDiscuz
Menu