18 gennaio 2012 redazione@sora24.it
LETTO 554 VOLTE

De Donatis attacca la maggioranza: nuovo assetto della viabilità? Scarse le competenze tecniche

<<Il 9 gennaio 2012 è stata tenuta una prima riunione per l’elaborazione del nuovo assetto della viabilità e del traffico della Città di Sora presieduta dall’Assessore delegato il Dott. Ganino  con gli Assessori Di Carlo e D’Orazio e il Consigliere Lecce. Ricordo che il Dott. Ganino all’indomani della sua nomina in Giunta aveva precisato che, data la sua professione, aveva rifiutato la delega ai Lavori Pubblici, noi dubitiamo gli sia stata realmente offerta, per accettare le altre deleghe tra cui viabilità e traffico, che evidentemente devono avere qualche attinenza con le sue competenze che a noi al momento sfugge. Il comunicato che ha seguito questo primo incontro parla di una “comune volontà di dare un volto nuovo alla Città dal punto di vista della viabilità” e il tenore di questa dichiarazione preoccupa in quanto i politici in questione (senza alcuna competenza nella materia specifica) hanno indicato un indirizzo e-mail al quale ogni cittadino può inviare problemi, segnalazioni e proposte. Dunque con il metodo partecipato (che è ottimo strumento di governo in ben altre problematiche) si pensa di risolvere la congestione del traffico, che richiede specifiche competenze di Ingegneria del traffico e analisi quantitative dei flussi che vengono poi inserite in software specifici, i quali simulano le varie opzioni al fine di consentire le decisioni più opportune. È mia esperienza diretta che in una strada se due sono i possibili sensi unici, due sono le scuole di pensiero tra i cittadini, che preferiscono l’una o l’altra ipotesi a seconda dei propri percorsi di guida utilizzati più frequentemente. Piccole modifiche furono apportate quando ero Assessore nel comparto viario in prossimità del cantiere bloccato del PRU San Giuliano, che riteniamo tuttora valide e comunque temporanee nella convinzione che l’ormai prossima conclusione dei lavori di Piazza Annunziata con la conseguente apertura della viabilità che la circoscrive potrà finalmente dare maggiore respiro alla viabilità di via Napoli, Via Regina Elena, via Ferri e limitrofe. Cambiare senza averne le competenze e soprattutto senza uno studio preliminare può portare a scelte, come è successo per il recente rifacimento della segnaletica orizzontale, pericolose e poco rispettose delle norme. Infatti, per quanto riguarda le strisce di attraversamento pedonale, non solo a Sora ma in tutta Italia siamo abituati ormai a vederne di tutti i colori, addirittura su fondo verde in alcuni comuni governati dalla Lega. Ebbene il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti con il parere n. 1379/2011 dell’11 marzo 2011 ha messo un chiaro e definitivo freno a questa nuova tendenza sottolineando che gli attraversamenti pedonali possono essere individuati da strisce alternate solo bianche o gialle poiché qualsiasi altro colore striderebbe con la normativa vigente sia nazionale per quanto riguarda il codice della strada, che per quanto attiene il regolamento d’attuazione europeo. Tra l’altro la vernice sull’asfalto di qualsiasi colore è vietata perché scivolosa. Fa diminuire l’attrito fra i pneumatici e l’asfalto, allungando gli spazi di frenata. Dunque questa scelta di natura estetica e non funzionale, aldilà dei costi sostenuti, è pericolosa e fuori norma. Da queste premesse sono portato a credere che purtroppo se continuano con queste competenze ne vedremo delle belle.>>

Roberto De Donatis (Patto Democratico per Sora)

Commenti

wpDiscuz
Menu