martedì 24 novembre 2015 redazione@sora24.it

Diga sul Liri: è “mistero” sull’avvocato esperto in materia di acque pubbliche nominato dal Comune di Sora

Riportiamo qui di seguito l’articolo di Giulia Abbruzzese, pubblicato nell’edizione odierna del quotidiano Ciociaria Editoriale Oggi.

“La questione della diga sul fiume Liri a Sora è uno di quei classici e incontrovertibili esempi di decostruzione della teoria di Eraclito, l’antico filosofo greco del “Panta rei”, cioè “Tutto scorre”. Eh sì, perché anche se si tratta di acqua, la vicenda continua a incontrare parecchi ostacoli o, comunque, a generare polemiche e obiezioni.

Mentre, infatti, l’amministrazione Tersigni sta ancora festeggiando la decisione del gip del tribunale di Cassino che ha disposto il dissequestro della struttura, scattato lo scorso 7 novembre, l’opposizione consiliare, che sulla questione ha sin da subito mostrato i denti, torna a bomba. E non soltanto sulla celerità della tempistica giudiziaria ma anche e soprattutto sotto il profilo dell’opportunità.

In primo luogo, infatti, la contestazione che sollevano è quella relativa a un incarico, conferito con delibera di giunta numero 155 dell’8 giugno 2015, al legale Francesco Lettera, definito «professionista già noto a questo Comune per precedenti contenziosi in materia di acque pubbliche», che avrebbe dovuto interessarsi proprio della vicenda scaturita dal parere negativo espresso, in prima istanza, dall’Ardis, dal momento che «l’ufficio Avvocatura del Comune di Sora, per carico di lavoro e particolare specializzazione della controversia, non può provvedere all’assunzione dell’incarico di difesa».

A presentare i documenti e l’istanza di dissequestro, invece, sono stati gli avvocati Ezio Tatangelo e Francesco Savona. La domanda dell’opposizione, dunque, è la seguente: l’indagine su sindaco e due ingegneri è un procedimento distinto da quello del sequestro della diga? Perché, se così non fosse, come mai non è stato il legale incaricato a occuparsi della vicenda e a recarsi in tribunale? E, a quanto pare, la lista degli interrogativi resta assai lunga”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App