Pubblicità
mercoledì 11 novembre 2015 redazione@ciociaria24.net

Diga sul Liri: il candidato a sindaco Pintori e tre associazioni rendono pubblici i “paletti” dell’Ardis

Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera a firma del candidato a sindaco del Movimento 5 Stelle Sora, Fabrizio Pintori, di Aldo Merolle, presidente dell’Associazione Adps Liri Pescatori Sportivi, Fausto Bernardini e Vittorio Tersigni per l’associazione “War on dump”, Loreto Tersigni ed Anna Milena Savino per l’Associazione “Verde Liri”, con oggetto: POR FESR LAZIO 2007/2013 – Attività II.4 “Valorizzazione delle strutture di fruizione delle aree protette” – Fase III – Progetto di area vasta. Sora città fluviale – progetto LIRIS “Marco Tullio Cicerone”.

Gli scriventi fanno presente che l’Agenzia Regionale per la Difesa del Suolo (A.R.D.I.S.) con il foglio prot. n. 458864/GR/16/13, datato 8 settembre 2015. ha rilasciato il proprio nulla-osta vincolato alla realizzazione dell’opera in oggetto. Nulla osta vincolato sia alla definizione del rilascio della concessione demaniale che al rispetto delle particolari prescrizioni di carattere tecnico-idrauliche ed amministrative in esso elencate. Vi è da evidenziare che tale parere positivo è stato rilasciato su richiesta di riesame del provvedimento da parte del Comune di Sora.

Nella citata lettera, l’A.R.D.I.S. ha altresì stabilito che:

“1. Scala pesci si è stabilito di rimuovere i setti in cls ortogonali alla corrente per liberare il flusso alle piene nella parte centrale aperta, a tal fine le “alzate dei gradini” in cls saranno sostituiti con dei panconi in legno che saranno facilmente rimossi nella stagione invernale;

2. Setto di tenuta della parte mobile in sinistra idraulica per limitare l’accumulo di detriti in occasione delle piene sarà prevista la realizzazione di un convogliatore per deviare i corpi galleggianti che potrebbero creare accumuli pericolosi ed, inoltre, sarà demolito per 50 (cinquanta) centimetri il franco esistente rispetto alla tenuta alla massima estensione dello scudo di tenuta della parte mobile ………omissis….. nel periodo autunnale ed invernale, in cui storicamente si verificano le piene del fiume Liri, la parte mobile dello sbarramento risulterà completamente aperto …omissis…..

3. Scogliera di valle con massi incatenati al fine di dare continuità al deflusso, stabilizzare il fondale e ripristinare il profilo medio dell’alveo preesistente, a valle della soglia fissa in c.l.s. sarà realizzata una scogliera di massi incatenati secondo i dettami dell’ingegneria naturalistica …… omissis ….”
Tutte le citate prescrizioni dell’A.R.D.I.S. sono state proposte al fine di migliorare la trasparenza idraulica dell’opera.

Da un esame visivo dell’opera e dalle fotografie rinvenute sul web (unite in allegato) non si riesce a stabilire se tali adempimenti siano stati posti in essere o meno. Infatti, se si osserva la cosiddetta scogliera sembrerebbe che i massi che la compongono non siano tra loro incatenati, ma semplicemente adagiati sul letto del fiume. Inoltre, nulla si conosce in merito alla parte della traversa mobile (diga) che deve essere abbattuta come prescritto. Anche in questo caso, dalle foto rinvenute sul web relative alla fase iniziale, intermedia e finale dei lavori non sembrerebbe che sia stata effettuata alcuna demolizione. Pertanto, si chiede al Comune di Sora di rendere noto se tali adempimenti prescritti dall’A.R.D.I.S. sono stati eseguiti ed in che data (se possibile). All’Agenzia Regionale si chiede, invece, di effettuare un nuovo sopralluogo per constatare l’adempimento da parte del Comune.

Nel citato documento l’A.R.D.I.S. ha ricordato al Comune che dovrà essere acquisito, presso la Provincia di Frosinone, la concessione di piccola derivazione per il bacino di carico funzionale all’esercizio, nel solo periodo estivo, degli scopi sportivi, turistici e di arredo urbano nel tratto a monte della traversa mobile. Quindi si domanda se l’opera è iniziata, nel settembre 2014, senza aver ottenuto questa autorizzazione ovvero, nel caso in cui il Comune ne fosse in possesso, di pubblicarla sul proprio sito internet.

Premesso quanto sopra, si prega, altresì, l’Amministrazione comunale di rendere noto a quanto ammonterà il canone annuo e l’aggravio di spesa determinato da questi ulteriori adempimenti e se sono state poste in essere tutte le indicazioni contenute nel parere interlocutorio rilasciato dall’A.R.D.I.S. in data 11 agosto 2014.

Infine, all’A.R.D.I.S. che legge per conoscenza si prega di voler chiarire se vi sia una contraddizione o meno tra quanto riportato nella lettera prot. n. 447255/GR/16/10, datata 11 agosto 2014, che contiene la seguente prescrizione: “…… omissis …. il rilievo della quota di fondazione della zattera (soglia) di ancoraggio della paratia mobile, la quale dovrà risultare impostata a quota inferiore dell’attuale fondo alveo, pertanto in trasparenza dell’attuale profilo …… omissis ….” e il contenuto del nulla-osta vincolato. Infatti, non è chiaro se l’opera allo stato attuale risulti in trasparenza idraulica, così come da codesta Agenzia inteso nelle prescrizioni dell’agosto 2014, perché a vederla si può notare quella che sembra una riduzione della sezione idraulica ed una minore altezza dei muraglioni.

Pertanto, sarebbe auspicabile conoscere la portata dell’alveo risultante all’altezza della traversa mobile (diga) e se questa differisce dalle portate medie del percorso cittadino del fiume Liri. In attesa di un gentile riscontro, con l’occasione si porgono cordiali saluti.

Sora, 11 novembre 2015

Associazione Verde Liri
P. Il Presidente
Anna Milena Savino t.a.
Loreto Tersigni

Meetup
“Amici del MoVimento 5 Stelle Sora”
Il Portavoce
Fabrizio Pintori

Associazione Adps Liri Pescatori Sportivi
Il Presidente
Aldo Merolle

Associazione “War on dump”
P. Il Presidente
Fausto Bernardini t.a.
Vittorio Tersigni

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DI OGGI a Sora
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA