7 settembre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 753 VOLTE

Domenica 08 partenza da Sora per Napoli (Santa Lucia a Mare) della Statua Pellegrina di Nostra Signora di Fatima

Domenica 8 Settembre sarà la Giornata del saluto. I sorani ed i fedeli del territorio potranno ancora per poche ore pregare davanti la statua di Nostra Signora di Fatima, lassù, presso il Santuario della Madonna della Figura, nel giorno della Natività della Beata Vergine Maria. Un saluto accompagnato da mille piccole storie personali, richieste, speranze, attese delle tante persone che hanno pregato con fede, guardando direttamente il volto della Madonna di Fatima, qui a Sora, da due settimane.

Davanti all’icona della Madonna, mai lasciata sola, c’è sempre stato qualcuno: per una preghiera, un saluto, una pausa, un momento di riflessione. I vari appuntamenti organizzati e tenuti nelle chiese di S. Ciro, di S. Bartolomeo, di S. Silvestro Papa, di S. Rocco, del Santuario della Madonna della Figura hanno visto la partecipazione di migliaia di fedeli, provenienti da tutto il territorio diocesano, perfino da altre province e da fuori regione.

Saranno ancora tanti fazzoletti bianchi a sventolare per salutare la partenza della Statua Pellegrina di Nostra Signora di Fatima, giunta il 25 agosto in elicottero nella zona di S. Ciro, accolta dal vescovo, mons. Gerardo Antonazzo, da una folla di fedeli e dalle autorità civili. Con un piacevole fuori programma il Vescovo ha partecipato anche alla fiaccolata di mercoledì sera, e condividendo il cammino con centinaia di persone ha accompagnato la statua della Vergine al Santuario della Madonna della Figura, pregando in particolare la Madre Celeste perché allontani il pericolo di un conflitto in Siria.

Verso le 10.30 di domenica 8 settembre, la piccola Statua verrà presa in consegna dai volontari del Movimento Mariano Messaggio di Fatima in Italia e proseguirà il suo itinerario verso Napoli, per raggiungere la parrocchia di Santa Lucia a Mare. Questi quindici giorni sono stati scanditi da una continua preghiera da parte delle migliaia di fedeli che hanno venerato la Mamma Celeste. Tutte le iniziative programmate dall’apposito comitato, coordinato da don Donato Piacentini, sono state seguite con una straordinaria condivisione.

Ogni giornata è stata vissuta con profonda partecipazione, originalità ed intensità di affetti, attraverso la giornata di preparazione ed accoglienza, della famiglia e dei bambini, dei giovani, della sofferenza, della riconciliazione e del volontariato, quella eucaristica, la giornata del perdono, delle associazioni, gruppi e movimenti, la giornata della Resurrezione del Signore,la giornata della meditazione, della preghiera e del canto. E domenica, quella del saluto. Si inizierà alle ore 8.00 con l’accensione della lampada davanti alla Madonna e la recita della preghiera per l’Italia, per L’Europa e per la Pace in Siria e nel Mondo, quindi alle ore 9.00, il Santo Rosario. Alle 9.30 la S. Messa del congedo. Seguirà la consacrazione al Cuore Immacolato di Maria e al termine è previsto il saluto ed il canto dell’Ave Maria di Fatima. Infine il distacco e la partenza della Statua Pellegrina della Celeste Signora con lo sventolio dei fazzoletti bianchi.

Gianni Fabrizio

 

 

Commenti

wpDiscuz
Menu