10 marzo 2014 redazione@sora24.it
LETTO 1.914 VOLTE

Due domande sul Carnevale del Liri

Sono sincero: a me il Carnevale non piace. Non amavo mascherarmi da bambino, non ne sento il bisogno oggi. L’unica cosa che mi attirava del Martedì grasso, da buon discolo, era la “battaglia” con le bombolette, quelle di schiuma da barba vera però. Tuttavia mi sento in forte minoranza, perché la stragrande maggioranza della gente non la pensa come me. Ieri pomeriggio, infatti, alle 15:30 circa, sia Via Napoli che Corso de’ Volsci erano stracolme di gente: sicuramente in strada c’erano più di 5mila persone, forse il doppio, chissà. Non capita mai durante l’anno di vedere tutta questa gente nel centro di Sora.

E’ evidente quindi che il Carnevale piace, perché, indipendentemente dalla qualità dei carri, la gente vi partecipa sempre. Oramai ho quasi trentotto anni e di carnevali qui a Sora ne ho visti: ebbene, che sia di Martedì o di Domenica, la sfilata dei carri allegorici è sempre un successo dal punto di vista della partecipazione.

Allora mi chiedo e soprattutto vi chiedo: sarebbe giusto provare, anche una sola volta, a far diventare il Carnevale un’opportunità per la città investendo qualcosa in più? Oppure è meglio conservarlo così com’è, con quella sua semplicità che riesce a coinvolgere sempre migliaia di persone?

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu