lunedì 6 marzo 2017 redazione@sora24.it

E la Scuola di Sora, va. Forte. Anzi fortissimo

«Questo progetto - dichiara la Dirigente - è solo uno “step” del percorso di educazione all’amore per la lettura dell’Istituto Comprensivo.3 di Sora».

E la Scuola di Sora, va. Forte. Anzi fortissimo. Infatti la secondaria di I grado, “E. Facchini” dell’Istituto Comprensivo Sora 3, ed in particolare la classe “2°E”, coordinata dalla docente di Lettere, prof.ssa Mirella Pantanella, è stata selezionata dal centro Cepell , Istituto del Ministero dei beni e delle Attività Culturali e del Turismo, tra le 15 scuole di ogni ordine e grado della Regione Lazio per partecipare al progetto “Festival della lettura ad alta voce. Progetto di educazione alla lettura espressiva”.

L’intento principale del progetto, pienamente rispondente al Piano dell’Offerta Formativa della E. “Facchini”, è quello di educare alla lettura espressiva, trasmettendo agli studenti competenze che saranno loro molto utili, qualsiasi professione decidano di intraprendere: imparare a leggere ad alta voce; imparare il valore della punteggiatura, in funzione espressiva, assimilandone le regole generali; approfondire la conoscenza del testo scelto; imparare ad andare oltre la scrittura, per individuare i significati ulteriori; applicare l’esercizio della critica e della sintesi in maniera “leggera”; prendere dimestichezza con la lingua italiana, attraverso il linguaggio della letteratura narrativa.

Il progetto, già iniziato con la lettura in classe, vedrà il giorno giovedì 9 marzo il primo intervento dell’esperta di lettura espressiva nonché attrice di teatro, la dott.ssa Teresa Campus che affiancherà la docente di lettere, nel proporre un itinerario di educazione alla lettura ad alta voce attraverso attività laboratoriali nei vari spazi della scuola: sala-teatro, palestra, aula dei lavori di gruppo, cortile. Un comitato di esperti, composto da un rappresentante del Centro per il libro, un rappresentante dell’Assessorato alla cultura della Regione Lazio, un critico letterario, un docente universitario di Letteratura italiana, due attori e due insegnanti di scuola primaria e secondaria, infatti, ha già selezionato le due opere di narrativa, un classico e un contemporaneo, che sono state inviate alla Scuola.

Il testo classico è “Il barone rampante” di Italo Calvino e il contemporaneo è “Fuori fuoco” di Chiara Carminati, vincitore della I edizione 2016 del Premio Strega per ragazzi. Gli alunni stanno già leggendo la loro copia personale de “Il barone rampante” e si stanno confrontando sulla lettura sia con i compagni che con la docente referente. Tra gli studenti coinvolti saranno selezionati, a fine progetto, due finalisti, “specializzati” nella lettura ad alta voce che si contenderanno i premi in palio sfidandosi in un Contest finale previsto il 12 maggio 2017, presso il Castello di S. Severa.

La dirigente scolastica, dott.ssa. Marcella Maria Petricca, ha dichiarato con comprensibile orgoglio: ”Un onore per l’intero nostro territorio. Quando si lavora con i ragazzi e per i ragazzi, ecco i risultati. Questo progetto è solo uno “step” del percorso di educazione all’amore per la lettura dell’Istituto Comprensivo.3 di Sora che, iniziato ad ottobre con “Libriamoci- Letture tra Formaggi e …cioccolato”, proseguito con il Gioconcorso in continuità con le classi quinte delle primarie del territorio, in attuazione con il “Festival della lettura ad alta voce”, vedrà la sua conclusione, ma solo per quest’anno scolastico, nella presentazione del nuovo libro per ragazzi di Francesco Formaggi “Non chiudere gli occhi”, prevista per metà maggio nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Il maggio dei libri”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA