4 aprile 2014 redazione@sora24.it
LETTO 2.181 VOLTE

Egr. Sig. Sindaco Tersigni, non si può permettere di mancare di rispetto in questo modo ai suoi concittadini! (di Marco Tari Capone)

E' inutile proclamare il proprio amore per Sora, quando non si è capaci nemmeno di avere un minimo rispetto per chi la rappresenta, delegittimando in questa maniera il ruolo della massima assise comunale.

Non ero presente al Consiglio Comunale in cui il Sindaco di Sora, Ernesto Tersigni, ha offerto un tè alla Prof.ssa Antonella Evangelista (clicca qui per leggere), ma ieri sì, ed ho assistito ad uno dei momenti più bassi di questa consiliatura: dopo le solite scaramucce verbali tra il Sindaco ed il Consigliere Massimo Ascione, il nostro primo cittadino, tutte le volte che il Consigliere di minoranza ha preso la parola, si è alzato ed è uscito dall’aula.

Egr. Sig. Sindaco, a meno che non ci dica che soffre di gravi problemi d’incontinenza e questo è stato il motivo che l’ha portata ad abbandonare l’assise in concomitanza con gli interventi del Consigliere, si rende conto che il suo comportamento è una gravissima mancanza di rispetto nei confronti delle stesse Istituzioni che lei rappresenta? Il consigliere Ascione, come lei stesso, siede in quest’aula perché eletto democraticamente dal Popolo per rappresentarlo. Lei può essere in disaccordo con lui, può perfino ignorarlo, ma non ha nessun diritto di umiliarlo alzandosi ed andandosene via quando prende la parola, perché, come lei rappresenta la maggioranza dei cittadini sorani, anche il consigliere Ascione rappresenta una parte di Sora a cui lei, come primo cittadino, deve rispetto!

Quel che mi dispiace ancor di più è che il Consigliere Ascione, dopo aver protestato per il gesto irriguardoso del Sindaco, ha fatto suo il cattivo esempio e anche lui si è allontanato dall’aula durante un intervento di Tersigni. Il tutto tra i sorrisini, tra il divertito e l’imbarazzato, di molti consiglieri.

Egregi Signori, qui c’è poco da ridere, perché non stiamo parlando di una questione di forma, ma di sostanza. E’ inutile proclamare il proprio amore per Sora, quando non si è capaci nemmeno di avere un minimo rispetto per chi la rappresenta, delegittimando in questa maniera il ruolo della massima assise comunale. Spero che qualcuno di voi si trovi d’accordo con me e non permetta più il ripetersi di tali gesti.

Marco Tari Capone

P.S. Lei, Sig. Sindaco, ha riferito durante il Consiglio Comunale che la gente per strada le chiede: “Ma che gli hai fatto ad Ascione?”. Se dovessero fermarla per farle la stessa domanda su di me, risponda pure: “L’ho fatto vergognare di essere sorano”. Grazie!

Commenti

wpDiscuz
Menu