6 luglio 2017 redazione@sora24.it
LETTO 3.240 VOLTE

Emergenza siccità, Liri ridotto a palude: le foto degli ultimi 10 anni e gli interventi delle prossime settimane

La situazione di quest'anno è certamente la peggiore dal 2007. Il Liri si è praticamente trasformato in una palude.

Il Sindaco parla degli interventi che verranno messi in atto a breve per scongiurare pericoli per la popolazione e restituire dignità al fiume che solitamente è lo spettacolo naturale più bello della nostra città. Sulla vicenda è intervenuto anche il consigliere di maggioranza Coletta, non senza una vena polemica nei confronti dei colleghi di governo.

Gli archivi fotografici degli ultimi 15 anni, grazie all’avvento del digitale, sono ricchissimi di immagini, scattate e catalogate giorno per giorno, grazie alle quali è possibile risalire a ogni singola azione (o mancanza) di tutte le amministrazioni comunali che si sono succedute al governo della città di Sora.

Per quel che riguarda lo stato attuale del fiume Liri, quasi completamente a secco e trasformatosi praticamente in una palude, scorrendo le foto degli ultimi dieci anni salta subito agli occhi un particolare importante e al tempo stesso inquietante: quella di quest’anno è la situazione peggiore dal 2007, anno in cui venne predisposto, dall’allora Sindaco Cesidio Casinelli, il penultimo intervento degno di nota effettuato nell’alveo (l’ultimo risale al Luglio 2011, sindaco Tersigni).

Nella gallery di seguito, oltre alle immagini risalenti ai mesi di Luglio degli ultimi due lustri, abbiamo appositamente inserito anche una foto di Marzo 2008 per mostrare che, con la bella stagione alle porte, l’alveo del Liri era ancora decisamente pulito ovvero a otto mesi di distanza dallo svolgimento dei lavori di Luglio 2007.

Nell’estate successiva, difatti, la crescita della nuova vegetazione restò su livelli accettabili, pressappoco come nell’estate 2012, anno successivo all’intervento deciso dal Sindaco Ernesto Tersigni. I nuovi problemi sorserò nel 2009, ovvero a due anni dall’intervento 2007, come si evince dalla relativa foto contenuta nella gallery.

Confrontando l’arco temporale 2007-09 con quello 2011-13, la situazione cambia poco e ci spinge a pensare che con una programmazione di interventi che abbiano scadenza biennale forse si potrebbe evitare quello che vediamo oggi.

Ad ogni modo, in questo momento il Comune è chiamato a intervenire in modo articolato e soprattutto veloce, perché la situazione del fiume è davvero grave. Nel pomeriggio di ieri abbiamo intervistato il Sindaco De Donatis, appena rientrato dal viaggio in Canada, durante il quale è stato rinnovato lo storico gemellaggio tra le città di Vaughan e Sora. Le sue dichiarazioni lasciano presagire che per i lavori non bisognerà attendere tempi biblici, in quanto si tratta di una vera e propria emergenza.

Proprio oggi, inoltre, sono giunte in redazione alcune dichiarazioni del Consigliere Coletta, il quale in una nota stampa ha annunciato che «la regione sosterrà i costi necessari per gli interventi di bonifica intesi come opere spondali e dell’alveo del fiume». Nella giornata di ieri, ha spiegato Coletta, è stato svolto «un sopralluogo tecnico/amministrativo lungo il fiume, per meglio rendersi conto delle criticità oggettive». All’incontro erano presenti lo staff dell’Ing. Papa Michelangelo referente della regione, i tecnici Arch. Pio Porretta, Arch. Luisa Arcese, il Sindaco Roberto De Donatis e l’Ass. M. Gabriella Paolacci.

Nell’intervento di Coletta, tra l’altro, non è mancata la vena polemica: «Ritengo che sarebbe stata giusta ed opportuna anche la presenza di altri amministratori con deleghe specifiche per dare il proprio contributo a questa problematica – ha affermato Coletta. Purtroppo con rammarico prendiamo atto che gli interessi dei cittadini sorani, sono passati in secondo ordine per effetto di logiche politiche inopportune e certamente dannose; ma di questo avremo modo di occuparcene in seguito». Il consigliere ha concluso il suo intervento ringraziando «l’Ass. regionale all’ambiente On. Mauro Buschini» per aver reso possibili i lavori che a breve verranno svolti nel Liri.

Commenti

Ordina per:   più recenti | più vecchi | più votati

Dal ponte si sentiva un cattivo odore in questi giorni ho visto diversi pesci morti

Bisogna dargli una bella pulita

Ma tutti sti immigrati che vivono alle spalle…nostre…. mangiando dormendo e senza fare nulla…come dice la Boldrini sono risorse quindi famole lavora….a pulire tagliare così non si annoiano poracci

Oltre a la secca potete ammirare la fitta vegetazione, che ospita topi grossi come pantegana

Inguardabile…

Una pulita non gli farebbe certo male, no?

Lo potrebbero pulire

Prima di tutto bisognerebbe pulire gli argini e tutta la città,e poi si può iniziare a pensare a fare delle opere…..mi riferisco sia a questa che alla precedente amministrazione…..

Il fiume è una discarica, le strade sono cantieri a cielo aperto e gli extracomunitari ci hanno invaso… I post di grandi parole su sora24 pero non mancano mai (y)

Mi ricordo da bambino vedevo gli operai scalzi sotto il ponte di napoli mettere un semplice tavolone per far alzare il livello del fiume e la sera mettere un palo spogente nel fiume coperto di grasso e iragazzi giocare al palo della cuccagna con un prosciutto come premio all’estremita’ bastava poco per essere felici ditelo ai nostri amministrstori che a noi sorani basta poco grazie lo stesso

wpDiscuz
Menu