23 giugno 2011 redazione@sora24.it
LETTO 336 VOLTE

Enzo Di Stefano: “Nomina a Vice Sindaco, strani ritardi”.

“Cosa si nasconde dietro la mancata nomina del Vice Sindaco di Sora?”. Se lo chiede Enzo Di Stefano a tre settimane dalla elezione del Sindaco e a conformazione della giunta ormai avvenuta da diversi giorni. “Mi risulta che a quella carica aspirino in tanti, ma, d’altra parte, c’è il fatto che Tersigni sembra costretto ad onorare l’accordo preso prima delle elezioni con Vittorio Di Carlo. Un ‘patto di sangue’ stretto per accontentare una parte del Pdl, inizialmente recalcitrante verso la stessa designazione del candidato Tersigni, ma tenuto gelosamente nascosto per evitare di rompere delicati equilibri. I vari Giorgio Rea, Agostino Di Pucchio e Maria Paola D’Orazio, già investiti di cariche assessorili, scalpitano per ottenere dal Sindaco la nomina a Vice, ben sapendo che potrebbero approfittare delle ripetute assenze di questo dalla sede comunale, per impegni istituzionali e non ed incrementare, così, il proprio peso politico e amministrativo, da spendere, poi, alla prima occasione utile. Chiaramente, però, Di Carlo non è d’accordo e rivendica il rispetto degli accordi presi in campagna elettorale. Personalmente, ho già espresso il mio parere, suggerendo che la carica di Vice possa essere assegnato a Maria Paola D’Orazio, per le sue note capacità ed anche per garantire una significativa rappresentanza ‘rosa’. Non voglio pensare che questa nomina ancora da fare possa rispondere a strane e oscure logiche, sconosciute alla cittadinanza, ma che, di fatto, stanno ritardando una decisione importante per l’assetto amministrativo della città. Concludo – dice Enzo Di Stefano – aggiungendo che trovo inspiegabile anche la mancata pubblicazione a tutt’oggi dell’atto relativo alla presunta incompatibilità che mi viene contestata: forse non ne sono convinti nemmeno loro!”.

Comunicato Stampa a firma Enzo Di Stefano

Commenti

wpDiscuz
Menu