22 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 181 VOLTE

EURO2012: NAZIONALE. BUFFON "GRATI A NAPOLITANO, NOSTRO PRIMO TIFOSO"

CRACOVIA (POLONIA) (ITALPRESS) – Gigi Buffon ha ringraziato, a nome di tutta la Nazionale italiana, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano perche’ “per l’ennesima volta, con molta serenita’, e’ riuscito a far pervenire dei messaggi distensivi e che ci allietano, perche’ ci fa capire che e’ il nostro grande tifoso e gliene siamo grati. Speriamo di ripagare tutto con un’ottima fase finale degli Europei”. Il capitano azzurro si riferisce alle parole di oggi di Napolitano in occasione della consegna della bandiera italiana ai due alfieri azzurri ai Giochi Olimpici e Paralimpici di Londra, Vezzali e De Pellegrin. Secondo Buffon “l’ambiente che ha vissuto durante e dopo Italia-Spagna e’ stato un ambiente che gli ha regalato emozioni importanti, Napolitano ha visto, ha capito attraverso la nostra prestazione e i sentimenti che provavamo finita la partita la passione e l’amore con cui giochiamo e cerchiamo di rappresentare la nostra nazione. Il fatto che se ne sia accorto e’ un bel segnale e ci rincuora tanto”. “Con Inghilterra abbiamo il 50% ciascuno di probabilita’ di vincere. Sara’ una partita nella quale gli episodi faranno la differenza” afferma il portiere della Nazionale, parlando dell’incontro tra Italia e Inghilterra in programma domenica. “Credo – continua il capitano – che l’Italia abbia un grande pregio, ovvero riusciamo ad adattarci a mettere in equilibrio tutte la partite sia con i piu’ forti che con i piu’ deboli”. La partita sara’ “equilibratissima e alla pari, non vedo nessuna favorita perche’ alla fine il percorso che abbiamo fatto e la storia di questi ultimi anni dice che sia noi che loro siamo in cerca di conferme e di un po’ di prestigio che negli ultimi 3-4 anni e’ venuto un po’ meno” afferma Buffon, sottolineando che l’Italia parte comunque da delle “certezze e’ che siamo arrivati tra le prime otto d’Europa, ed e’ gia’ un buon traguardo, in un girone non facile dove non abbiamo mai perso. Purtroppo, pero’, questo non bastera’, dovremo migliorare ancora per sperare di proseguire questo torneo”. Sul rischio rigori aggiunge: “per tutti noi, per le nostre coronarie, per il pathos, sarebbe meglio cercare di chiudere prima la pratica, se poi dovessimo andare ai rigori, ci andremo”. “Per carisma e per esempio che da’ in campo, Rooney e’ un trascinatore, con gente come lui o Gerrard, gente navigata che sa come si fa a vincere, l’Inghilterra ha un qualcosa che puo’ pesare nella vittoria” dice il capitano azzurro. Poi parlando di Cassano ha aggiunto. “Con Antonio c’e’ un rapporto di stima e amicizia calcistica – ha detto – non abbiamo mai giocato insieme, ma ci siamo ritrovati in queste occasioni, c’e’ affinita’, mi piace la sua sana follia, mi piace il suo modo di esprimersi, forse alcune volte un po’ stravagante, il suo modo di dire le cose, il suo modo di rapportarsi con i compagni. Possiede dentro di se’ delle doti di leadership importanti che neanche lui probabilmente conosce. Sia in campo con le sue giocate e la sua classe, sia fuori, lui e’ un vero valore aggiunto. Qualche anno fa potevo anche non pensarlo, perche’ fuori dal campo si vedevano cose negative, ma adesso dopo tanti anni che lo conosco mi sento di potere dire serenamente che alcune volte lui si sottovaluta dal punto di vista del carisma”.

Fonte: www.italpress.com

Commenti

wpDiscuz
Menu