9 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 357 VOLTE

EURO2012: NAZIONALE. PRANDELLI "SE CI DIFENDEREMO AVREMO SBAGLIATO"

DANZICA (POLONIA) (ITALPRESS) – “Le sensazioni sono buone, ci siamo allenati bene, abbiamo preparato la partita nella maniera migliore, il pessimismo ci accompagna, non ci da’ fastidio e la squadra ha voglia di sovvertirlo”. Sono le prime parole di Cesare
Prandelli alla vigilia dell’esordio degli azzurri in programma domani alle 18 contro la Spagna. Il ct ha parlato del ruolo di De Rossi che dovra’ dare una mano alla difesa giocando da centrale: “E’ molto convinto, per quanto riguarda l’interpretazione del ruolo aspettiamo la partita, abbiamo provato delle cose che per tanti possono essere nuove, ma per noi no, Daniele ha interpretato quel ruolo anche nella Roma e comunque in alcune situazioni giochera’ anche a centrocampo. Abbiamo la convinzione che durante la partita potremmo cambiare atteggiamento tattico. Ogni squadra prepara la partita in base alle caratteristiche dei propri giocatori, il nostro obiettivo e’ portare meno loro giocatori nell’area di rigore, se loro ci costringono a difendere vuol dire che qualcosa abbiamo sbagliamo” le parole del ct in conferenza stampa. “La Spagna e’ la squadra da battere per la continuita’ di gioco e di rendimento che ha avuto negli ultimi anni. Ha un gioco consolidato, al di la’ dell’avversario la Spagna gioca sempre allo stesso modo e poche squadre riescono a contrastarla, e’ questa la loro forza” ha detto Prandelli parlando delle Furie Rosse. “Anche nell’ultima partita, pur
perdendo nettamente, abbiamo creato 7 palle gol, riuscendo ad attaccare l’area di rigore con 5 giocatori. Mi auguro di poter continuare ad avere una squadra che mentalmente possa attaccare l’area di rigore con 4-5 giocatori”. Nessuna anticipazione sulla formazione: “tutti si devono sentire titolari, la mia necessita’ e’ avere giocatori pronti, faremo sempre tre cambi, ho bisogno di una squadra molto dinamica, dobbiamo spendere tutto quello che abbiamo”. Insieme al ct, in conferenza stampa era presente anche il portiere e capitano Gianluigi Buffon:“La Spagna non deve temere l’Italia, loro hanno talmente tante certezze che non temono nessuno. Ci rispetteranno come si fa con tutti gli avversari che si incontrano. Nel calcio – ha poi proseguito Buffon – quasi sempre vincono i piu’ forti e loro lo sono. Ogni tanto, pero’, vincono i piu’ bravi e questo ci lascia qualche speranza. Il nostro precedente con la
Spagna brucia ancora un pochino. Ma e’ anche vero che da quella partita in poi la Spagna ha ampiamente legittimato la supremazia che si e’ conquistata”. Quindi un accenno alle polemiche che hanno accompagnato il pre-Europeo dell’Italia. “Le situazioni che stiamo vivendo nel nostro calcio chiaramente non ci aiutano a trovare la
serenita’ giusta, pero’ devo dire che se si e’ uomini e se si ha una certa esperienza come molti di noi hanno, questo puo’ essere una buona leva per potere avere uno stimolo in piu’, se mai ce ne fosse bisogno. A Mario non si puo’ dire niente – ha detto poi Buffon a proposito di Balotelli – perche’ e’ un talento puro ed e’ uno che ci puo’ aiutare a vincere le partite. Fuori dal campo con noi si e’ sempre comportato in maniera diligente. Ha 22 anni ed e’ giusto per una crescita complessiva e globale che anche lui sbagli. Dobbiamo permettergli di farlo. L’importante e’ che l’errore possa essere poi esperienza”.

Fonte: www.italpress.com

Commenti

wpDiscuz
Menu