24 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 162 VOLTE

EURO2012: NAZIONALE PUNTA SU BALOTELLI, KIEV ASPETTA INGHILTERRA-ITALIA

KIEV (UCRAINA) (ITALPRESS) – Un campione d’Inghilterra per far fuori gli inglesi. Cesare Prandelli punta su Mario Balotelli per proseguire l’avventura europea. Gara secca, il destino in 90 minuti (o 120 piu’ eventuali rigori), servono giocatori di classe e personalita’ e per il ct “SuperMario” ha le caratteristiche necessarie per far male ai “tre leoni”. Del resto lui con il Manchester City ha vinto la Premier, conosce benissimo il portiere Hart (uno dei punti di forza della squadra di Hodgson), il difensore Lescott, i centrocampisti Barry e Milner, tutti suoi compagni di squadra. “Sono anche miei amici, ma voglio batterli”, ha dichiarato ieri Balotelli in conferenza stampa. Giochera’ al fianco di Antonio Cassano ricomponendo quella coppia che Prandelli aveva schierato nelle prime due gare e sulla quale aveva puntato, almeno nelle intenzioni, gia’ all’inizio del suo biennio. Alle spalle della coppia tutta classe, genio e sregolatezza, potrebbe esserci Riccardo Montolivo: l’ex viola dovrebbe giocare al posto di Thiago Motta che non e’ al meglio anche se lui ieri ha assicurato di sentirsi pronto. A completare il rombo di centrocampo gli intoccabili Pirlo, De Rossi e Marchisio. Una novita’, forzata, anche in difesa. Indisponibile l’infortunato Chiellini, tocchera’ a Bonucci affiancare Barzagli. Gli esterni saranno ancora una volta Abate (in vantaggio su Maggio) e Balzaretti. Poco affollata in mattinata la Fan Zone di Kiev, dove il sole ha la meglio sulle nuvole e la temperatura e’ di circa 21 gradi. Ai margini dello spazio dedicato ai tifosi, anche banchetti per sostenere la campagna a favore di Julia Timoshenko. Gli attivisti indossano magliette con il volto dell’ex premier ucraino e cercano di spiegare i motivi della loro protesta, anche con cartelloni e foto (una con Barack Obama, un’altra ancora con Michel Platini). “Not Guilty” (Innocente) e’ “Free Yulia” le scritte piu’ ricorrenti, ma ci sono anche i ritagli dei giornali in cui i politici prendono posizione sul caso che divide l’Ucraina. Gli inglesi passeggiano con le maglie di Gerrard e Rooney per la citta’, noi rispondiamo con qualche De Rossi e Cassano, ma anche qui la partita del tifo e’ persa. Stasera allo stadio niente politici, ma lo sport italiano sara’ rappresentato dal presidente del Coni, Gianni Petrucci, e dal segretario Raffaele Pagnozzi che questa mattina hanno salutato e incontrato i giocatori e il ct in albergo, dove gli azzurri hanno sostenuto la solita leggera sgambatura tra esercizi di stretching e risveglio muscolare.

Fonte: www.italpress.com

Commenti

wpDiscuz
Menu